02 novembre 2014

Momenti

Erano forse questo? Quelle dilatazioni e accelerazioni di tempo, quelle vibrazioni, quell'osmosi tra dentro e fuori, tra corpo e anima? No, non c'era, c'è e mai ci sarà nulla di trascurabile in tutto ciò.

14 commenti:

Francesco ha detto...

Per intanto vedo l'ago e il filo sullo sfondo

Mareva ha detto...

Come si può trascurare la felicità? Ignorarla è impossibile.

(Bello lo sfondo ago e filo!)

amanda ha detto...

ho adorato quel libro

CirINCIAMPAI ha detto...

ohhhh
questo libro era finito sul fondo della wish list sommerso da ondate di altri desideri

corro subito a salvarlo!

ah, grazie ;-)

Ernest ha detto...

se ci sono momenti dobbiamo tenerli stretti e coltivarli perché lì ci sta il succo della vita

Viviana B. ha detto...

Benvenuto a Milano! Ti auguro momenti di autentica felicità, qui all'ombra della Madonnina e ovunque.

Viviana B. ha detto...

Benvenuto a Milano! Ti auguro momenti di autentica felicità, qui all'ombra della Madonnina e ovunque.

Costantino ha detto...

Ma la felicità, anche quella della effimera durata di un momento, non è mai trascurabile!

Baol ha detto...

@ Francesco: Trasferta pienissima 'sta volta Frà :-/

@ Mareva: Il problema è che, a volte, ci si confondo e illude su cosa ce la possa portare...
(lo sfondo è scelto a posta)

@ amanda: Piaciuto molto anche a me, sì!

@ CirINCIAMPAI: Poi mi dici che ne pensi del libro! :)

@ Ernest: La penso anche io così, bisogna tenerseli quei momenti che, magari, non arrivano sempre, ma arrivano...

@ Viviana B.: E' stata una buona trasferta, sì :)

@ Costantino: Anche secondo me.

franco battaglia ha detto...

Io lo adoro ancora..

Baol ha detto...

@ Franco: Piaciuto molto anche a me, sì sì.

MichiVolo ha detto...

Uno dei miei libri preferiti! ;-)

Baol ha detto...

@ MichiVolo: Anche a me è piaciuto :)

zefirina ha detto...

mi è piaciuto questo piccolo libro di piccolo ;-)
ne ho visto anche una rappresentazione teatrale, un monologo di Valerio Aprea, molto bello