26 marzo 2014

C'è chi aspetta la pioggia per non piangere da solo




Non sono di un'altra pasta...

32 commenti:

Francesco ha detto...

mi sembrava Milano, caro mio....

Alberto Cane ha detto...

Piangere in compagnia è meglio?

Luna tica ha detto...

e che lacrime siano: puliscono gli occhi e non solo

Olivia B. ha detto...

le lacrime che sembrano gocce di pioggia, per me sono poesia. Anche se celano sofferenza. O qualsivoglia sentimento non propriamente positivo, ma almeno sono la prova che "senti".

Patalice ha detto...

io l'aspetto per lavarmi...

diversamenteintelligente ha detto...

Oddio preferisco i sorrisi, ma so l'importanza delle lacrime, ma se devo dirla tutta... preferisco che pianga chi mi fa venir voglia di scrivere di lacrime.... sai comè alla mia età il "ti fanculizzo" e sempre lì nella tasca destra insieme alle gomme da masticare

Mareva ha detto...

La pioggia è bella. Come le lacrime, purifica.

MikiMoz ha detto...

Quoto Mareva! La pioggia può essere molto molto bella e purificatrice.
Ma anche tanto cagacazzi :)

Moz-

LAMPUR ha detto...

Aspetto Fiorentna Milan.. cosi piango assieme ad altri due/tre milioni di rossoneri... :(

Rabb-it ha detto...

Se vieni dalle mie parti... hai poco da aspettare, piove sempre.
:-(

amanda ha detto...

rispetto a quale pasta?
quella asciutta?
con le lacrime ci si fanno certi tortelli in brodo! altro che un'altra pasta

annaba1 ha detto...

Siamo tutti un po' bombaroli inside...

pesa ha detto...

E qui la pioggia ha anche rotto un po' le palle.

la Cri ha detto...

Adoro la pioggia, ma quella intensa..

colleen moore ha detto...

Piangere da soli è una delle poche soddisfazioni personali.

S. ha detto...

ti senti molto Jim Morrison? no perché penso
che tu sia effettivamente un altra pasta, intanto fai il commercialista e non la rockstar...
:))

LAMPUR ha detto...

..accadde 'o miracolo!!... vedi.. è una costante, di qualsiasi pasta siamo fatti, saremo smentiti sempre...

Baol ha detto...

@ Francesco: Tu hai occhio, caro mio... ;)

@ Alberto Cane: No, solo che quando piove e piangi non se ne accorge nessuno...

@ Luna tica: Facessero effetto...

@ Olivia B.: Sì, le trovo anche io molto belle...e tristi.
A volte sarebbe meglio essere un po' sordi, non credi?

@ Patalice: Beh, in periodo di spending review anche quello è utile.

Baol ha detto...

@ diversamenteintelligente: Dovrebbero inventare i distributori automatici di "ti fanculizzo", sì sì.

@ Mareva: Sì ma tutta 'sta catarsi io ancora non la vedo :/

@ MikiMoz: Come tutte le cose belle della vita, no? :D

@ LAMPUR: Non so come dirlo...io non sarei stato tra quelli che piangono, in quel caso :D

@ Rabb-it: Vivi in Cambogia?

Baol ha detto...

@ amanda: Ma i tortelli non son pur sempre pasta?

@ annaba1: sacrosanto!

@ pesa: Ma come, vuoi già andare al mare??? :D

@ la Cri: Tipo i nubifragi?

@ colleen moore: Senza nessuno che ti caga il cazzo, sì :)

@ S.: Hahahahaha, effettivamente.
Però la frase è un pezzo di un brano di De Andrè...

amanda ha detto...

@Baol: infatti lo scrissi: altro che un'altra pasta, sempre pasta e pure buona :)

S. ha detto...

'naggia...mi è venuta in mente quella di Jim :)
detto tra noi, a me De Andre' non mi fa tanto sangue, ecco...

Esse. ha detto...

chè secondo me la pioggia, se provi ad assaggiarla, ha quel retrogusto salaticcio.

così mi pare.

poi è democratica: piove su tutti.

Rabb-it ha detto...

No, sto nel catino del Piemonte. ;-)

N'tipatico!

Ernest ha detto...

da scooterista chiaramente non amo la pioggia, quando sono a casa invece si magari guardando i vetri lacrimare... e poi piangere ci sta.
un saluto amico

lara m ha detto...

Mi hai fatto venire in mente una strofa della canzone Psyco di Samuele Bersani...
"C'è troppa pioggia e sto perdendo quota
attraversando vuoti d'aria tra le nuvole.
Se piango in acqua non si nota
e in mezzo agli altri si consiglia di sorridere". Ciao.

Baol ha detto...

@ amanda: Avevo letto male :)

@ S.: Me lo ricordavo :-)

@ Esse.: Mah, secondo me quelle salate son le lacrime, la pioggia ha il sapore del cielo da cui scende :)

@ Rabb-it: Siamo lì, sono simili :D

@ Ernest: Beh, posso capire che andando in giro sulle due ruote non sia piacevole ma magari, a piedi, quando non si ha fretta, non è male...

@ lara m.: Una canzone che non conosco, rimedierò.
Alla fine il senso è quello, il non farlo notare...

Ele ha detto...

Piangere sotto la pioggia...non è male..Solo che quando prendo a piangere mi si gonfiano gli occhi...Invece,aspetto la primavera,io.Perchè così ho la scusa dell'allergia ai pollini,per giustificare lacrime che escono da sole,incapace di trattenerle.
M'è capitato di recente,un sabato mattina,in treno.La chiamano "incontinenza emotiva". Ed io,diamine,avrei proprio bisogno di un tena lady per la mia emotività..Fatto sta che c'era il sole, il cielo azzurro.Due uomini seduti vicino che impotenti e tristi han cercato di offrirmi fazzoletti e conforto.Aspetto la primavera.Così dirò "non badate..son i pollini..questi dannati fiori che si ostinano a spargere la loro gioia di vivere" Mentre io c'ho lacrime da versare.

io. ha detto...

Basta sapersi organizzare.
"Scusa, che mi puoi lasciare domani, che dà temporale?"

silvia ha detto...

c'è un metodo più sicuro, andare a farsi una doccia

zefirina ha detto...

oppure per non faresi sgamare a piangere e dire che è colpa della pioggia che ti è entrata negli occhi

Baol ha detto...

@ Ele: Mannaggia ai pollini...

@ io.: Hahahahahaha questa è davvero un'ottima idea :))

@ silvia: Madò ma piangere da soli sotto la doccia è terribile...

@ zefirina: Il trucco è proprio quello :)