11 ottobre 2010

Dialetto per principianti - lezione 3

Sono tornate!!! Ebbene sì, dopo quasi tre anni di silenzio sono tornate le mie lezioni di rutiglianese, il nuovo esperanto del blog; tornate...una è tornata, ora vediamo se seguiranno anche le altre. Ricapitolando, per seguire un po' meglio vi consiglio di rivedere la lezione 1 dove sono stati affrontati i pronomi soggetto - pronoum soggiett e il verbo essere - verb iess; e la lezione 2 dove vi ho spiegato gli articoli ed il verbo avere - verb avè.

Perché imparare il rutiglianese? Ma che domande fate?! Volete mettere l'influenza che avrete sui vostri amici dicendo "rutt p' rutt, r'mbim'l tutt!" invece del classico "Abbiam fatto trenta, facciamo trentuno"? La poesia che spargere quando vi chiederanno: "Cosa si mangia?" e voi, invece di rispondere: "Ho fatto un piatto tipico delle Puglie, teglia di cozze e zucchine condite con sugo e formaggio", risponderete un esplosivo "Kozz, k'k'zell e iouv k' souk e f'r'magg"? Seguite le mie lezioni e tutto questo rientrerà nel vostro patrimonio culturale, se amate le lingue non potete non parlare il rutiglianese che, comunque, vi permetterà di muovervi agevolmente anche nel quadrilatero del lampascione: Binetto-Bitritto-Bitetto-Toritto.

Iniziamo la lezione di oggi con i nomi dei parenti

i parenti - a famigh'j
il padre = u attaan
tuo padre = d'attand
mio padre = attan'm
la madre = a ma'mm
tua madre = ma'm't
Vi prego di prestare molta attenzio all'uso di ma'm't poiché lo stesso viene anche usato, enfatizzandolo molto, come risposta ad un offesa o come offesa diretta ad esempio:
U se ka si propr'j nu kigh'joun? - Ma sai che sei davvero uno stupido? (lett. coglione)
Ma'm't! - A chi diamine hai dato dello stupido?! A me?! Ma lo sai che tua madre si preoccupa di soddisfare genti per pochi spiccioli? (Sì, noi rutiglianesi abbiamo il dono della sintesi),
oppure: Si viene sorpassati in malomodo da un'auto mettendo anche a rischio la nostra incolumità, si abbassa il finestrino e si urla MA'M'T!!!
mia madre = mammà

Prima di continuare con gli altri parenti necessita fare una precisazione su i nomi dei genitori; in rutiglianese, per enfatizzare il ruolo di capo della famiglia svolto da entrambi, al posto di attan'm e mammà si utilizzano u boss e a boss.

il fratello = u frat
tuo fratello = fratt
mio fratello = frat'm

la sorella = a sour
tua sorella = sor't (vale, per la sorella, quanto detto sull'uso della mamma nelle offese)
mia sorella = sor'm

per il nonno e la nonna non c'è differenza di genere se non nel generico dove cambia, naturalmente, l'articolo:
il nonno = u nonn
la nonna = a nonn
tuo nonno/tua nonna = non't
mio nonno/mia nonna = non'm o nono'nn

stessa cosa per lo zio e la zia:
lo zio = u z'j'n
la zia = a z'j'n
tuo zio/tua zia = zian't
mio zio/mia zia = zian'm

stessa cosa per il cugino e la cugina:
il cugino = u k'ggein
la cugina = a k'ggein
tuo cugino/tua cugina = k'ggin't
mio cugino/mia cugina = k'ggin'm
il procugino (cugino di secondo grado) = u strak'ggein

la nuora = a nour
tua nuora = nor't
mia nuora = nor'm

il genero = u scier'n
tuo genero = scenn'rut't
mio genero = scenn'rut'm

il suocero = u su'ækr
la suocera = a s'rouk
vi prego di non prestare orecchio alla corrente di pensiero che vuole, per suocera, il termine a bagash perchè risulta offensivo
mio suocero/mia suocera = so'kr'm
tuo suocero/tua suocera = so'kr't

passiamo ora alle declinazioni del verbo trovare
VERBO TROVARE – VERB AK’JE'

Modo indicativo - Moud ndikateiv Presente – Pr'send
io trovo – ji jak’j
tu trovi – tu jak’j
egli/ella trova – jidd/jedd jak’j
noi troviamo – nu ak’j’m
voi trovate – vu ak’jeit
essi trovano – jour jak’jn

Passato prossimo - Pass’t norm’l
io ho trovato - ji agghj ak’jt
tu hai trovato - tu ie ak’jt
egli/ella ha trovato - jidd/jedd j’v ak’jt
noi abbiamo trovato - nu aveim ak’jt
voi avete trovato - vu aveit ak’jt
essi hanno trovato - jour jav’n ak’jt

Imperfetto - M’berfet
io trovavo – ji ak’j’v
tu trovavi – tu ak’jeiv
egli/ella trovava – jidd/jedd ak’jæv
noi trovavamo – nu ak’jemm
voi trovavate – vu ak’jeit
essi trovavano – jour ak’jev’n

Trapassato prossimo - Trapass’t norm’l
io avevo trovato - ji avæv ak’jt
tu avevi trovato - tu aveiv ak’jt
egli/ella aveva trovato - jidd/jedd avev ak’jt
noi avevamo trovato - nu avev’m ak’jt
voi avevate trovato - vu aviv’v ak’jt
essi avevano trovato - jour avev’n ak’jt

Passato remoto - Pass’t d’assè
io trovai – ji ak’jibb
tu trovasti – tu ak’jist
egli trovò – jidd/jedd ak’jì
noi trovammo – nu ak’jamm
voi trovaste – vu ak’jast
essi trovarono – jour ak’jar’n

Trapassato remoto - Trapass’t d’assè
io ebbi trovato - ji avibb ak’jt
tu avesti trovato - tu avist ak’jt
egli ebbe trovato - jidd/jedd avì ak’jt
noi avemmo trovato - nu avemm ak’jt
voi aveste trovato - vu avist’v ak’jt
essi ebbero trovato - jour aver’n ak’jt

Futuro semplice - Futour norm’l
io troverò – ji ek’jè
tu troverai – tu ak’jè
egli troverà – jidd/jedd avak’jè
noi troveremo – nu amak’jè
voi troverete – vu itak’jè
essi troveranno – jour innak’jè

Futuro anteriore - Futour anderiour
io avrò trovato - ji evè ak’jt
tu avrai trovato – tu avè ak’jt
egli avrà trovato - jidd/jedd avavè ak’jt
noi avremo trovato - nu amavè ak’jt
voi avrete trovato – vu itavè ak’jt
essi avranno trovato – jour innavè ak’jt

Modo congiuntivo - Moud congiundeiv
Presente - Pr’send
che io trovi – ka ji jak’j
che tu trovi – ka tu jak’j
che egli trovi - ka jidd/jedd jak’j
che noi troviamo – ka nu ak’jeim
che voi troviate – ka vu ak’jeii
che essi trovino – ka jour jak’jn

Passato - Pass’t
che io abbia trovato - ka ji ajiv ak’jt
che tu abbia trovato - ka tu ajiv ak’jt
che egli abbia trovato - ka jidd/jedd aj’v ak’jt
che noi abbiamo trovato - ka nu ajiv’m ak’jt
che voi abbiate trovato - ka vu ajiv’v ak’jt
che essi abbiano trovato - ka jour ajav’n ak’jt

Imperfetto - M’berfet
che io trovassi – ka ji ak’jiss
che tu trovassi – ka tu ak’jiss
che egli trovasse - ka jidd/jedd ak’jass
che noi trovassimo – ka nu ak’jass’m
che voi trovaste – ka vu ak’jast’v
che essi trovassero – ka jour ak’jass’r

Trapassato - Trapass’t
che io avessi trovato - ka ji aviss ak'jt
che tu avessi trovato - ka tu aviss ak'jt
che egli avesse trovato - ka jidd/jedd avess ak'jt
che noi avessimo trovato - ka nu aviss’m ak'jt
che voi aveste trovato - ka vu aviss’v ak'jt
che essi avessero trovato - ka jour avess’r ak'jt

Modo condizionale - Moud condizion’l
Presente - Pr'send
io troverei – ji ak'jiss
tu troveresti – tu ak'jass
egli troverebbe – jidd/jedd ak'jass
noi troveremmo – nu ak'jass'm
voi trovereste – vu ak'jass
essi troverebbero – jour ak'jass'r

Passato - Pass't
io avrei trovato – ji avess ak'jt
tu avresti trovato - tu avess ak'jt
egli avrebbe trovato - jidd/jedd avess ak'jt
noi avremmo trovato - nu avess’m ak'jt
voi avreste trovato - vu avess’v ak'jt
essi avrebbero trovato - jour avess’r ak'jt

Presente - Pr'send
trova tu – jak'j tu
trovi egli – ak'jess jidd/jedd
troviamo noi – ak'j'm nu
trovate voi – ak'j't vu
trovino essi – ak'jass'r jour

Futuro - Futour
troverai tu – ak'jè tu
troverà egli – avak'jè jidd/jedd
troveremo noi – amak'jè nu
troverete voi – itak'jè vu
troveranno essi - innak'jè jour

Modo infinito - Moud infineit
Presente - Pr’send
trovare - ak'jè

Passato - Pass’t
avere trovato – avè ak'jt
Modo participio - Moud particeijp
Presente - Pr’send
trovante - ak'jant

Passato - Pass’t
trovato - ak'jt

Modo gerundio - Moud gerundj
Presente - Pr'send
trovando - ak'jann

Passato - Pass’t
avendo trovato - avend ak'jt

Per concludere, come al solito, un po' di fraseologia, questa volta sull'utilizzo del verbo trovare.

Desiderate qualcosa? Cosa cercate? - Ce sceit ak'jann?
Chi cercate? - C sceit ak'jann?
Si capisce che il "Ce" viene utilizzato per le cose e il "C" per le persone.

Come mai da queste parti? - E tu akkoum t j'akj do?
Andavo in giro senza meta e sono capitato da queste parti - Scæv c'ddann e m so ak'jt

Dove hai messo il biglietto? - Do si miss u b'gliett?
L'ho riposto nel cassetto del comò - U so sh'kaff't jind o t'rett du komò
In mezzo a quel casino? Sarà davvero difficile trovarlo - Miezz a kudd kasein? Vall'a'jak'j mo!

Hey, ma dove hai trovato quel cappotto?? Mi sembra un po' vintage. - Auè, do kazz (rafforzativo) u sì ak'jt kudd kappot?? P r'a'v'dè kudd d nono'nn!
Si vede che non capisci niente, questa è "l'ultima moda". - S væt ka na kapisc nudd (o nu kazz), kess je "l'ultima moda".

Da notare l'utilizzo dell'italiano per fare scena, come i molti intercalari inglesi che vengono utilizzati nel linguaggio comune; servono per denotare che si sono fatte tutte le scuole principali e pure qualche secondaria.

Per oggi può bastare, mi raccomando, st'd'jeit! (studiate!)

34 commenti:

Maraptica ha detto...

Oh, per le parentele usate il genitivo sassone, solo al posto della s mettete la m! Non fà na piega...
p.s. Ed è uguale pari pari, pure qua in Abruzzo... ;)

Baol ha detto...

@ Maraptica: Però ci stanno pure le varianti, la mia preferita è mio genero

:D

LA CONIGLIA ha detto...

@_@ e io che pensavo che il sardo fosse incasinato...in confronto è la lingua più facile del mondo!!!
troppe consonanti e poche vocali!!!
ma non vi si incespica la lingua???

Ernest ha detto...

prendo appunti! :)

regulus21 ha detto...

La struttura è la stessa, ma non abbiamo UNA, dico UNA vocale in comune! :)))

Il bello dei pugliesi a nord dell'asse Fasano-Martina-Taranto è che comunque più o meno si capiscono tutti, anche se parlano lingue apparentemente diverse.

Più a sud diventa... 'nalta cous.

Chica ha detto...

praticament parlate per codici fiscali??????????
allora il romano è facilissimo...quarche ere ar posto della elle...qualche doppia dove nun c'è...qualche doppia in meno dove ci va (a guera..a tera...a chitara...)e quarche vocale ar posto sbajato. qualche articolo e pronome tronco.....e tante j...!!!......facilissimo!!!!
tipo:
"NUN TE FA CANTONE CHE TE PISCENO ADDOSSO"!!!

Calzino ha detto...

oh ma che sbattimento hai avuto???? complimenti!!!!

Valeh ha detto...

condivido il concetto "parlate per codici fiscali" XD ahahahah per me del Piemonte servirebbe anche un video per sentire la pronuncia.. perchè posso sicuramente affermare che "dialettalmente" viviamo in due mondi decisamente paralleli... provare a leggere qui http://pms.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale per credere! :)

palbi ha detto...

fammi un po' capire, questo rutiglianese e' un po' come il polacco: 12 consonanti per ogni vocale.
Anche voi biondi, stangoni e con gli occhi azzurri fra l'altro, no? ;)

Simona ha detto...

Mi scusi signor professore, ma quanti mesi di tempo abbiamo per studiare questa lezione?

Grace (ma nana) ha detto...

Hahahahahahah Baooooooool...ho le lacrime dal ridere...ma tu non sei normale,eh... sei rutiglianese ahahahaha!
Prof..da oggi non perderò neanche una lezione!
In Val Gina...mica parliamo così hahahah!

Charlie68g ha detto...

Ma non è che posso frequentare i corsi del cepu anche per questa materia ?

Baol ha detto...

@ La coniglia: Ci vuole molto allenamento :D

@ Ernest: Bravo che poi interrogo!!!

@ regulus21: Tein'a'rascioun, je pro'pr n'ald munn!!!

@ Chica: Anfatti!!! :D

@ Calzino: Beh, c'ho messo tre anni per scrivere la terza lezione :D

Baol ha detto...

@ Valeh: Tre anni fa ci avevo pure pensato, di fare i video delle lezioni :D

@ palbi: Uguali uguali infatti...

@ Simona: Avete avuto tre anni per le altre due ed adesso volete mesi per questa??!! Sfaticati!! :)

@ Grace: E sein, mo in Val Gina, parleit koum i s'gnour, n'do s'kkijett; siend a kess, siend!

@ Charlie68g: Non c'è niente di peggio di un alunno che non ha fiducia nelle sue capacità :D

ivy ha detto...

se riesci ad imparare una lingua simile, poi anche il mandarino cinese ti sembra semplice come l'inglese

zefirina ha detto...

gna posso fa'

Ross ha detto...

Ma inserire una vocale da qualche parte ogni tanto no, eh? O.o

Daniel ha detto...

Ma è difficilissimo!!! Ho tentato con la pronuncia ma mi si accartoccia la lingua :-((
un saluto
Daniel

Alberto ha detto...

Complimenti. Io ho fatto un vocabolario del mio dialetto, ma non sono sceso nella grammatica.

Alive2 ha detto...

Con tutti questi verbi e parenti vari sciamaninne, sciam’... :-)
Alby

Suysan ha detto...

Coi nomi dei parenti mi è sembrato tutto molto facile e ho pensato che la vacanza in Puglia aveva dato i suoi frutti...ma coi verbi...non se pò fa!!!

Baol ha detto...

@ ivy: Quando stavo a Milano incontravo più pugliesi che cinesi...secondo me, in realtà, siamo di poù noi e quindi convengono più le mie lezioni di quelle di cinese mandarino :D

@ zefirina: gl'a'fai gl'a'fai

@ Ross: Le usiamo tutte quando usiamo l'intercalare Aueeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

@ Daniel: Dovrò pensare a dei file audio...mumble mumble

@ Alberto: Ma il mio è solo un gioco, vado ad orecchio di tutto quello che sento ogni giorno :)

@ Alive2: C na ma scì sc'maninn c'nang'namascì nang'n'scim'scenn ;)

@ Suysan: Ma, scusa, non avevi scritto di essere stata in salento?! Non c'entra proprio nulla con questo dialetto :)

GIALLOSANMARINO ha detto...

@Marrr!!!!! l'ha fatto veramente!!!! non ci posso credere!!!! bhuaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahahahahahahaha!!!!!e continuaa ahahahaha!!!!!

@Ba'..... ma lo vedi che tu le foglie te le fumi realmente!!!!! lo vedi????? :D _maRy

la volpe ha detto...

baci baci baci baci

albafucens ha detto...

beh.. io tre anni fa non ti conoscevo e tantomeno vagabondavo sui Blog quindi per me sono una piacevolissima novità ^ __ ^

e poi adoro i dialetti hanno quel certo non so che.. "calore e colore" e spesso riescono ad esprimere assai meglio ed in modo più caratteristico e pittoresco dell'italiano
e sorpredente la sintesi di Ma'm'tt.. pronunciare il rutiglianese immagino sia difficle ma impararlo a scrivere ancora di più con tutti quegli accenti @ .@
un abbraccio

Baol ha detto...

@ GIALLOSANMARINO: Che cosa avrei fatto veramente? Non capisco, le lezioni di dialetto sono una cosa di tre anni fa...

Quanto alle foglie, ho constatato che l'aria della tua regione fa male, a crescerci dentro, visto il dialogo tra Mar e Marco :D

A me non fanno effetto, ci sono caduto nel calderone, da piccolo, come Obelix ghghghghghghghg

@ la volpe: -___-

Baol ha detto...

@ albafucens: Mi fa tanto piacere che ti siano piaciuti, spero di trovare il tempo di farne altri ancora...il gioco della fonetica ce lo siamo inventati con amici, gli sms ce li scambiamo in dialetto ;)

Suysan ha detto...

ahahaah...è vero che sono stata nel salento..pensavo che i dialetti pugliesi si assomigliassero un pò tutti...spero che perdonerai la mia ignoranza!

... daisy... ha detto...

ALcune sembrano abruzzesi!!!! :-DDDDDD come quando parla mia mamma con i suoi fratelli/cognate!!!! :-D

Baol ha detto...

@ Suysan: In realtà cambiano nel giro di pochi chilometri...

@ ...daisy...: La cosa divertente è che magari a due chilometri da qui il dialetto è diversissimo e poi ci sono uguaglianze in abruzzo :)

Lady Cocca ha detto...

"vi prego di non prestare orecchio alla corrente di pensiero che vuole, per suocera, il termine a bagash perchè risulta offensivo".. Sto ancora per terra dal ridere! :D

Baol ha detto...

@ Lady Cocca: :)

Gata da Plar - Mony ha detto...

:*DDD
senti, io ci ho provato a "leggere" il dialetto ma proprio non mi riesce... sono disponibili audiocassette?! :DDD

Baol ha detto...

@ Gata: Ci stavo pensando...