02 maggio 2013

Cominciamo a rispondere

Al post precedente sono arrivate un po' di domande, questa cosa mi fa molto piacere; comincio a rispondere a cinque per volta, così ci faccio uscire anche un po' di post (che non fa mai male).


Ernest chiede:
uhmmmm così a bruci pelo.... vediamo... il primo libro che hai letto? E quello che non consiglieresti al tuo peggior nemico?

Cavoli, il primo libro è davvero difficile da ricordare anche perchè, fortunatamente, ho cominciato abbastanza presto ad interessarmi ai libri, comunque direi "Storie per 365 giorni" di Richard Scarry, adoravo quell'autore (in realtà ancora adesso), i suoni animaletti antropomorfi mi hanno insegnato un sacco di cose. Il libro che non consiglierei nemmeno al mio peggior nemico, invece, è facile: "L'isola dei cani" di Patricia Cornwell, detto da uno a cui i suoi libri sono sempre piaciuti; per fare una citazione: è una cagata pazzesca!

Calzino chiede:
Ma ti metti il mascara negli occhi? Ogni volta che guardo la tua immagine profilo vedo quell'occhione sempre più "flap flap".

No, no, per l'invidia di molte donne, sono ciglia naturali!

Mareva chiede:
C'è un giorno in cui tutto è cambiato?

Credo che nella vita, vuoi o non vuoi, di giorni così ce ne siano un po' comunque te ne dico due: il 12 ottobre del 2008, era domenica e l'8 aprile del 2010, era giovedì.

** Sara ** chiede:
Se potessi tornare indietro c'é una scelta che non rifaresti? Se si, quale?

Anche a te ne dico due perché al momento sono quelle che più pesano: tornerei indietro ad un giorno di ottobre del 2009 in cui decisi di lasciare Milano e tornare in Puglia, allo studio di famiglia e, potendo, tornerei indietro ad un caldo primo pomeriggio di settembre del 2011 in cui non mi metterei in macchina, non chiuderei la portiera, non metterei in moto, rimarrei lì ancora.


Federica chiede:
quando scriverai un libro?

Hehehehehe, con mia sorpresa ed immenso piacere questa domanda, da quando ho aperto il blog, me l'hanno fatta spesso, ne sono lusingato. Non so quando scriverò un libro, posso dire che spero di farlo, un giorno.

Ok, la prima cinquina di domande ha trovato risposta; naturalmente, per ora, è possibile farne ancora, nel post precedente!

22 commenti:

Calzino ha detto...

Ho fatto proprio una domanda cretina. Si si.
;)

Mareva ha detto...

Richard Scarry! Avevo anche io quel libro. In realtà penso di averlo ancora da qualche parte. Mi ricorda le mie domeniche. Mattina presto, nel letto, con quel libro.

(Grazie per la risposta, naturalmente)

MikiMoz ha detto...

Ma sei Pugliese o di Milano?

Moz-

Adriano Maini ha detto...

Anch'io aspetto il tuo libro, allora!

nico ha detto...

Seguito subito su Twitter prima di leggere! :) Anche se ormai io Twitter lo uso principalmente per lavoro :) Bacioni, ciao omonimo

Signor Ponza ha detto...

Attendo impaziente la risposta alla mia domanda

Patalice ha detto...

un mix di rimpianto e buone letture, e l'immancabile umiltà finale...
un mix che non delude mister Baol dalle lunghe e naturali ciglia

Baol ha detto...

@ Calzino: Ma no!!!! :-)

@ Mareva: Avevo (e a casa di mia madre ci dovrebbero essere ancora) un sacco di libri di Scarry, che adoravo.
Grazie a te della domanda, forse la mia risposta non è stata esauriente, forse avrei dovuto dire cosa è accaduto in quei due specifici giorni, vero? :-)

@ MikiMoz: Pugliese, vissuto a Milano un anno (e ancora legato a quella città)

@ Adriano Maini: Grazie per la fiducia! :-)

Ale [Tredici] ha detto...

Perché non ti fai ask.fm? Così ti odierei.

Baol ha detto...

@ nico: Ti restituirò il following velocemente, è un posto dove cazzeggio soltanto; il mio posto è qui :-)

@ Signor Ponza: Arriverà anche il tuo turno ;-)

@ Patalice: I rimpianti ci saranno sempre anche se la penso come Karl Krauss Meglio avere rimorsi che rimpianti
Grazie per le cose che dici :-)

Federica ha detto...

io ci spero sappilo!

calzino mi aveva fregato la domanda n° 1 XD

Anonimo ha detto...

ce l'ho anch'io 365 storie di Scarry regalo di compleanno adoratissimo bellissimo un sogno di libro ormai sfasciato ma ancora vivo.
la mia storia preferita: una lezione per l'oca!!!! bello bello bello che tu me l'abbia ricordato!!!!
sandra frollini

Mareva ha detto...

Invece, ti dico, non desideravo una risposta diversa. Non è importante cosa è accaduto ma che sia accaduto. Ché gli avvenimento esplosivi, nel bene e nel male, sono importanti.

Baol ha detto...

@ Ale [Tredici]: E perché mi vorresti odiare??? :D

@ Federica: Anche io ci spero. La domanda sull'occhio è un classicone :D

@ sandra frollini: Devo vedere di andarlo a riprendere da qualche scatolone...

@ Mareva: Ti assicuro che quelle date sono state due bombe...

Ernest ha detto...

grazie grazie mi ritengo soddisfatto dalla risposta :)

Baol ha detto...

@ Ernest: Prego :-)

MichiVolo ha detto...

Io la domanda te la faccio leggendo questo post:cosa è successo il 12 ottobre del 2008 e l'8 aprile del 2010?

Baol ha detto...

@ MichiVolo: Ed io ti rispondo qui. Il 12 ottobre del 2008 ho cominciato a vivere completamente da solo, a Milano e l'8 aprile del 2010 ho imparato che la vita non è lineare ed univoca ed un tempo solo non basta per tutto.

albafucens ha detto...

mi sa che mi son persa qualcosa durante la mia assenza, mumble mumble
mo' però ci penso ad una domanda da farti :)

Baol ha detto...

@ albafucens: Beh, ma fa presto, a momenti potrei chiudere le domande...

:D

gata da plar ha detto...

non ti pongo domande, aspetto solo la mail in cui mi comunichi l'uscita del tuo primo libro! <3

Baol ha detto...

@ Gata: Io ci spero sempre, nel libro, spero di riuscire intanto a scriverlo.

Però, oh, ne hai di arretrato eh???