12 novembre 2009

Esmeralda Matilde Lapis

Esmeralda Matilde Lapis decise di fare la maestra il giorno che capì che la sua amica, quella che aveva incontrato nel negozio di elettronica, voleva sempre insegnarle tutto; si disse che no, che non poteva credere di non sapere niente, doveva dimostrarle che anche lei sapeva qualcosa e non solo, la sapeva anche trasmettere agli altri. Esmeralda Matilde Lapis era detta “matita”, non so perché, forse derivava da Matilda ma a lei non dispiaceva; in realtà a lei non dispiaceva niente, come usava dirle spesso l’amica “tinsegnotuttoio”, e così sorrideva dolce a tutti. Anche all’amica sorrideva sempre, mentre lei si intestardiva a spiegarle come utilizzare il pc, era buona Esmeralda Matilde Lapis, non ce la faceva a dire all’amica che il suo era un Mac e così le lasciava cercare per ore il tasto “start” mentre biascicava frasi del tipo “ma che ce l’hai attaccata a fare ‘sta cazzo di mela sullo schermo?!”. Esmeralda Matilde Lapis era curiosa di natura, per questo l’amica le piaceva, lei era tutto un mistero, diceva di studiare lingue ma una volta, mentre erano insieme l’amica “tinsegnotuttoio” le chiese se volesse andare a casa sua a prendere un tè e lei, per essere simpatica e farle vedere che qualcosa la sapeva anche lei le risposte “of corse” ma amica la guardò strana e le disse: “non c’è bisogno di correre”. Ci aveva pensato per giorni Esmeralda Matilde Lapis, a questa cosa qui, giorni interi, poi si era convinta che l’amica non studiasse inglese tra le tante lingue. Quello che Esmeralda Matilde Lapis non capiva era l’amico di amica, un tale Neutro che si dicesse sapesse tutto, lui sì, non l’amica; Neutro però non parlava mai, non si esprimeva, nemmeno annuiva, quando gli veniva chiesto un parere l’amica “tinsegnotuttoio” diceva subito: “La pensi come me, vero Neutro?” e subito partiva ad esporre il suo punto di vista sulle cose. Poi, un giorno, Esmeralda Matilde Lapis chiese all’amica: “Ma tu, amica, che lavoro fai?”, l’amica la guardò strana e sorrise senza darle una risposta. Il suo corpo fu ritrovato sul greto asciutto di un fiume, un po’ qui ed un po’ la e non si capì mai chi fosse stato; quando veniva chiesto all’amica “tinsegnotuttoio”, orfana inconsolabile di Esmeralda Matilde Lapis, chi le avesse fatto fare quella fine, lei rispondeva: “Non lo so” e poi guardava strana e sorrideva, mentre Neutro spalancava solo gli occhi. Fu così che Esmeralda Matilde Lapis non riuscì a fare la maestra.


Faccio un'altra pausa dai "racconti ispirati", con un...racconto ispirato :)
Come era già successo qui, ancora una volta un post di Inenarrabile è come se mi avesse sfidato, non ho potuto che risponderle...

24 commenti:

Claudio Cerri ha detto...

Quanto mi piace come scrivi! e' sempre un vero piacere leggere i tuoi pezzi!!

SCIUSCIA ha detto...

La mela sullo schermo LoL.

LA CONIGLIA ha detto...

meraviglioso. punto. :)

Inenarrabile ha detto...

Mi chiedevo se ti sei sentito sfidato perché ti sentivi Esmeralda oppure l'io narrante... (Hai ucciso la piccola Lapis con il temperino o con il temperamatite?!)

giulia ha detto...

Tinsegnotuttoio the ripper?

Si, ma che lavoro fa?

Pippi ha detto...

bella questa sfida!!! :-)

Suysan ha detto...

Io ce l'avevo un'amica come Tinsegnotuttoio..forse è facile incontrare tipe del genere

fabio r. ha detto...

sai che hai scritto una cosa molto Benniana? brau!

Baol ha detto...

@ Claudio Cerri: Grazie, sei sempre gentilissimo :)

@ SCIUSCIA: :D

@ la coniglia: Grazie :*

@ Inenarrabile: Non scaricare le tue colpe su di me

@ giulia: Beh, se leggi il mio vecchio post linkato...forse scopri il lavoro di "the ripper"

@ Pippi: Sono post estemporanei

@ Suysan: Sì, però trovarle maniache omicida è una specie di vincita alla lotteria :D

@ fabio: Grazie

enne di niente ha detto...

Io CE L'HO, la "sotuttoio": conto di tagliarla julienne e di buttarla nell'Adriatico. :-)
Meim, che cosa ti sta succedendo? Stai "scontando il perduto"?
Complimenti ad Anna, a te ed al tuo pusher. ;-)
Nu vas.

Andrea ha detto...

Commento Off Topic:

Ciao! Sono l'amministratore del blog "Ricette Blog". Che ne pensi di uno scambio link? :)

Blogroll di "Ricette Blog"

Baol ha detto...

@ enne: Non so perchè ma questa tua "sottutoio" mi dà di conosciuta...

@ Andrea: Verrò a farci un giro.

albafucens ha detto...

troppo carino questo racconto, per non parlare del primo commento..
non l'ha notato he.. he.. si presta ad una carina interpretazione..
non sai quanto mi piace leggere i tuoi PEZZI
.. ma mi sa che è una cretinata .. me lo dico da sola, va là..

Senti non è che per caso sai dirmi come far fuori una mia collega senza essere scoperta che alla tua
tinsegnotuttoio le fa un baffo ..

qualunque cosa io dica..
Lei risponde sempre: ma no perchè anch'io..ah non puoi capire.. invece mia figlia, sapessi.. cacchio Lei e i suoi familiari sono sempre più bravi in tutto.

.. e non lo fa solo con le cose belle, se tu stai male.. Lei di sicuro ha avuto qualche malattia rara .. o è stata per mesi immobile in un letto, non la sopporto.

ma mi conviene stare buona che se poi finisco in carcere da lì non posso usare il computer e leggere il mio racconto ^ __ ^

salutino e ^ __ ^

Fra ha detto...

è sempre un piacere leggerti :)

la signora in rosso ha detto...

letto d'un fiato...Bello!

Il Massimo ha detto...

Purtroppo o per fortuna ce ne sono di tinsegnotuttoio e noi spesso li subiamo passivamente. Poi quando ci stimolano possiamo fare di meglio, ciao.

Inenarrabile ha detto...

@non ho capito perché hai cambiato il racconto, hai fatto morire il personaggio, e poi scrivi che sono stata io, questo è il tuo blog mica il mio.

Baol ha detto...

@ albafucens: Hehehehehe, ti confesso che c'ho messo un po' per capire la battuta O_____o
ora hai letto il tuo raccontino, non far sparire la collega adesso eh?!

@ Fra: Grazie :*

@ la signora in rosso: Grazie :)

@ Il Massimo: Beh, sono anche uno sprone, vero!

@ Inenarrabile: Certo, il racconto è il mio, ma il killer sei tu :P

Inenarrabile ha detto...

@ non io Baol: per quel che mi riguarda il personaggio è ancora vivo e tornerà in scena, spiacente.

Baol ha detto...

@ inenarrabile: Sfida aperta eh?!

:D

Lav. ha detto...

1. quanto tempo lascia l'arte del commercialista per fare lo scrittore?
2. posso leggerlo in radio? mi piace.
Lav

Baol ha detto...

@ Lav.: Ti rispondo anche qui dopo aver risposto sul tuo blog.
1) "L'arte" del commercialista non lascia tanto tempo però io cercherò sempre di ritagliare un po' di spazio per la scrittura, se poi qualcuno volesse collaborare...le collaborazioni sono semper ben accette :D
2) Sarei onoratissimo tu lo leggessi in radio...chiedi però anche ad Anna Inenarrabile, il personaggio è il suo :)

Gatadaplar ha detto...

BELLO!!!!!
Anch'io sono incappata in una "amicasotuttoio"... terribile... ma sono riuscita ad arginarla... non so ancora per quanto ma son 2 anni che non la sento!!! :*DDDD

Baol ha detto...

@ Gatadaplar: Attenta che quando meno te lo aspetti, quella torna :P