28 settembre 2009

Heavy Cross



"It's a cruel cruel world, to face on your own,
A heavy cross, to carry alone,
The lights are on, but everyone's gone,
And it's cruel"

Si rese conto che ognuno ha la sua croce mesi fa mentre, radendosi, si guardò negli occhi e sprofondò, non bisognerebbe mai guardare troppo nell'abisso chè quello guarda dentro di noi poi, no? Non era Nice che diceva così? Ma farsi troppe domande è inutile quando si è di passaggio e si è sempre di passaggio, è la nostra condizione. Non muoveva un muscolo della faccia, una statua di sale, spariva la schiuma e riappariva la pelle ed intanto metteva apposto se stesso nei suoi ripostigli, troppo semplice essere uno ed uno solo talmente semplice che in realtà è impossibile, siamo fatti di infinitesimi che si sommano all'infinito e se non ci rendiamo conto che abbiamo la forma dell'acqua, come diceva Camilleri, se non ci rendiamo conto di questo, beh, possiamo solo diventare pazzi ed andare ad allungare la fila di quelli che si creano una routine giorno per giorno come molliche di pane per ritrovare la strada. Tant'è, si disse, che la mia vita è una routine in cui, ogni giorno, torno a casa per una strada diversa e guardo facce diverse. Ma qual'era la sua croce? Qual'era la pesantezza del mondo crudele che si era caricato sulle spalle? L'incertezza nonostante delle basi salde, il futuro che faceva paura a lui più di quanta ne facesse a chi non ha le sue stesse fondamenta; lo straniamento, quel senso di essere altro anche quando si è uguali e pure la consapevolezza che non è fatto di una sola musica ma di spartiti diversi che troppo spesso suonano insieme in una cacofonia di strumenti musicali, era musica da camera a volume troppo alto, era quella la sua croce, essere la musica diversa dal contesto che alle volte suona bene alle volte suona male, dipende dall'orecchio che ascolta. Era questa la sua croce e lui, di buon grado se ne era fatto carico spostandola, ogni tanto, da una spalla all'altra.

60 commenti:

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

Credo che "essere la musica diversa dal contesto" sia una croce migliore delle altre da portare, di cui andare fieri, oserei dire...

p.s. sono sempre più convinta che tu nella penna, o meglio nella testa, abbia un tesoro da sfruttare...

Pupottina ha detto...

che riflessione esistenziale profonda fatta di lunedì mattina O_O

zefirina ha detto...

mi hai fatto venire in mente shakespeare:siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni, i miei sogni sono spesso incasinati, agitati, frenetici, però a volte hanno la consistenza della panna montata o di quelle nuvole che mi diverto ancora a guardare per scoprirci qualcosa

fabio r. ha detto...

attento a Nietzsche, lui c'aveva ragione...

vjj ha detto...

Sei stato così carino con me...un amico!
Che sono corsa subito qui per ringraziarti.
Leggo, e penso sia stupendo quello che dici...e sopratutto come lo dici! mi rispecchio un po' e mentre le spalle si alleggeriscono gli occhi si riempiono inspiegabilmente di acquetta... ;)

Simona ha detto...

Bravo! Concordo sul fatto che essere la musica diversa dal contesto e' bene. Il problema poi e' quello di far sentire la propria musica sopra la cacofonia del contesto, speso al limite del delirio.

S.B. ha detto...

Bellissimo post! Bravo!

Aglaia ha detto...

la categoria alla quale fai appartenere questo scritto direi sia assolutamente calzante: di stile ne hai davvero ed anche gradevole da leggere!Non per niente sono una tua fan!!;-))
ricoambio l'abbraccio e ti auguro una buona settimana, come va in quel della Madunina??
Oddio detto così sembra brutto !!O_o
;-DDD

Viola ha detto...

Il mio amico....

Pupottina ha detto...

oggi il sole splende per il secondo giorno di seguito... sembra che stia tornando primavera, ma so che non c'è da illudersi....
buon inizio di giornata ^__________^

vitty ha detto...

Quete tormentate riflessioni mi fanno pensare al personaggio pirandelliano,Vitangelo Moscarda, del famoso romanzo, "Uno ,nessuno,centomila". A differenza del tuo protagonista che ci tiene a librarsi sopra gli altri con assoli diversi, lui si dibatte su come gli altri lo percepiscono.Ognuno ha un pensiero diverso,ed è questo il vero cruccio,non potersi mostrare per quello che veramente è. Tant'è che finirà con l'impazzire... Scrive Pirandello " Il protagonista passa dal considerarsi unico per tutti (Uno) a concepire che egli è un nulla, (Nessuno), passando alla consapevolezza di se stesso che l'individuo assume nel suo rapporto con gli altri (Centomila)."

Qui mi fermo e vado a bermi un caffè,non prima di averti detto un sincero "Bravo!" per come scrivi e per le riflessioni che susciti.

Buona giornata!!

ANNA ha detto...

Profondo pezzo che fa riflettere... bello davvero! un abbraccio

Xtiana ha detto...

tu mi fai pensare troppo

Ross ha detto...

Ti posso stringere in un abbraccio forte forte, occhiuzzo bello? ;)

Franz ha detto...

Hai sbagliato mestiere, dovevi fare il filosofo...

Baol ha detto...

@ I filibustieri: Sì, ma non sempre si può cantare fuori dal coro o, meglio, far sapere di essere musica fuori dal contensto, spesso deve rimanere roba nostra...

quanto a ciò che ho nella testa, grazie, sei troppo buona :)

@ pupottina: E non immagini quelle che faccio di martedì pomeriggio...

@ zefirina: Guardale bene quelle nuvole di panna montata... ;)

@ fabio: Lo so che c'aveva ragione amico mio, lo so...

@ vjj: Non bisogna mai andare sotto la pioggia e guardare in alto :D

Baol ha detto...

@ Simona: Centrato in pieno ;)

@ S.B.: Grazie amico mio, grazie :)

@ Aglaia: Sotto la Madunina va abbastanza bene e ti ringrazio di essere mia fan :)

@ Viola: La mia amica...

@ Pupottina: Bisogna ben sperare :)

Baol ha detto...

@ vitty: Beh, grazie, sono lusingato :)

@ ANNA: Grazie amica mia, grazie anche a te.

@ Xtiana: Esagerata!

@ Ross: Certo che puoi stregatta amica mia

@ Franz: Pure il filosofo? Naaaaa....

spiderfedix ha detto...

ciao caro, passo per un saluto veloce, dopo una lettura ahimè troppo veloce, ma sempre piacevole!!!
stai bene, eh!!

Anonimo ha detto...

隆乳
清潔公司
高雄縣旅遊
廚具
柴犬
巧克力
墾丁旅遊
台中汽車旅館
哈士奇
系統傢俱
整形

enne ha detto...

Grande!
Scusa, mi sono fatta prendere dagli ideogrammi qua sopra.
Una volta, durante una seduta di psicoterapia, dissi al mio strizza che era riuscito ad accordare tanti musicisti che suonavano tutti bene, ma in maniera diacronica.
Certo gli accordi perfetti non durano in eterno, e tu, Meim, sai darmi una definizione di "eterno" che riesca a soddisfare la mia indole relativista?
:p
Un abbraccio forte forte.

Aglaia ha detto...

yesssssssss!!
mi sono trasferita vicino a Bergamo;-))
ciaooo!!

albafucens ha detto...

riflessioni, che fanno riflettere..
..non bisognerebbe mai guardare troppo nell'abisso chè quello guarda dentro di noi poi..
.. e rischi di rimanere intrappolata
un applauso, mi piace molto questo tuo post
ciao

Baol ha detto...

@ spiderfedix: Beh, è sempre un piacere averti qui, io il tuo non sono ancora riuscito a leggerlo...

@ anonimo: Sono completamente d'accordo a metà con te...

@ enne: La definizione di "eterno" che più si adatta a te è: eterno è qualcosa che va oltre la scadenza dello yogurt...ma di poco.

@ Aglaia: Beh ma allora siamo vicini!

@ albafucens: Grazie a te per l'apprezzamento (però io, al massimo, rimango intrappolatO e non intrappolatA :D )

irish coffee ha detto...

saggezza o filosofia?
post riflessivo, almeno per me!

Magnolia Wedding Planner ha detto...

inutile dirtelo, scrivi veramente bene. è proprio piacevole leggere così leggero e scorrevole..libro libro libro :-)

JANAS ha detto...

bellissimo Baol...bellissimo leggerti! "abbiamo la forma dell'acqua" non conoscevo questa frase di Camilleri...ma mi piace davvero tanto come tutto il resto del brano!!

Baol ha detto...

@ irish coffee: Mah...forse consapevolezza...

@ Magnolia: Perchè inutile? No, no, tu dillo sempre chè mi piace :P
Magari riuscissi a trovare il respiro del libro...

@ Janas: In realtà è il titolo di un libro di Camilleri, uno dei primi con Montalbano, si chiama "La forma dell'acqua" ed è una cosa che dice uno dei personaggi del libro

Aglaia ha detto...

Per il caffè spero presto,ho promesso di venire anche per vedere Pansy!;-))

Lav. ha detto...

Radersi senza la specchio è il sillogismo che metterà fine alle tue angustie.

Lav.

Baol ha detto...

@ aglaia: Anche perchè io rimango qui a Milano solo fino a fine novembre...

@ Lav.: Più che altro metterà fine alla mia vita perchè morirò dissanguato :D

Pupottina ha detto...

buon giovedì ^_______________^

Urd ha detto...

Baol! Intanto ti ringrazio del commento, sì... parlavo proprio di esperienza e maturità. Non è stato nulla di troppo malinconico, un pochino forse, ma anche io l'ho presa bene. Mi sento bene per lo meno, forse un po' più leggera e consapevole, ma so di avere strada da fare! Cosa dire invece di questo tuo post? Anche io rifletto mentre sono allo specchio, di solito mentre mi lavo i denti (la barba ancora, per fortuna!, non me la faccio...eh eh). Chissà come mai? Vengono fuori le cose più assurde, vita, morte miracoli... Credo che sia giusto bilanciarsi con la croce che ci portiamo sulle spalle, qualunque essa sia.

Baol ha detto...

@ Pupottina: Buon giovedì a teeeee...
^_____________-

@ Urd: Beh...appena ho visto che c'era un nuovo post sono stato molto contento fossi tornata a scrivere...la maturità e la consapevolezza sono cose che vanno di pari passo e che vanno metabolizzate bene, un abbraccio

giraffa ha detto...

Mah, secondo me, quell'abisso è giusto guardarlo fin quando è possibile (essendo abisso, non se ne vede la fine e questo fa impressione..) per capire di che pasta siamo fatti, insomma, per renderci conto da soli di cosa siamo capaci e di quali sono i nostri limiti, aiuta a crescere con consapevolezza e a migliorarsi :-)

clotilde ha detto...

Lo dici bene: il problema non è la musica, ma l'orecchio. Sempre.

Aglaia ha detto...

ok spero di poter organizzare presto allora,turni permettendo;-))

Andrew ha detto...

Ciao Baol, complimenti per il blog. Ti va uno scambio link? Fammi sapere sul mio

http://andreainforma.blogspot.com

MARGY ha detto...

BACIO BAOLETTO ;)

MARGY ha detto...

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! MI HAI CANCELLATA DAL BLOGROLL!! ..........che colpo al cuore....
vabbè và..vuol dire che quando ti beccherò ti chiuderò l'altro occhietto che hai!

eppifemili ha detto...

bellissimo post!!!!

Zelda ha detto...

la prima cosa che ho pensato è che heavy cross è la mia canzone preferita...mi identifico con questo post, il senso di spaesamento è con me da sempre, anche se con mia sorpresa, con il tempo la situazione è migliorata di molto, emi sento meglio con me stessa

ivy ha detto...

ho ballato per tutto il tempo del video.. leggendo il post, così adesso ho mal di mare...

Pupottina ha detto...

^_____________^

buona domenica

Baol ha detto...

@ giraffa: Certo, hai ragione, ma l'abisso dà anche vertigine :)

@ clotilde: Eggià :)

@ Aglaia: Siamo fiduciosi!

@ Andrew: Do un'occhiata ;)

@ Margy: Ciao Margyotta...ecco, tu mi tradisci con facebook...e ti incazzi pure...scherzo, ho aggiornato il modello e mi sono saltati alcuni link, rimedierò!

@ eppifemili: Vedremo se mi merito un premio allora :P

@ Zelda: Beh, sono conquiste di cui essere fieri!

@ ivy: Poi passa ;)

@ Pupottina: Grazie! Buona domenica anche a te ^______-

enne ha detto...

Urca: ed io che avevo pensato ad uno yoghurt incorruttibile.
:pp

Il Massimo ha detto...

Io sono molto pragmatico e do pochissimo spazio ai sogni. Ognuno di noi è fatto alla sua maniera. L'importante è saper convivere con se stessi.
^_^

Anna Righeblu ha detto...

Un post che invita a riflettere... bella la citazione della forma dell'acqua di Camilleri.
Un abbraccio e... grazie!

The Halloween's Princess ha detto...

"Ma farsi troppe domande è inutile quando si è di passaggio e si è sempre di passaggio, è la nostra condizione."

Parole sagge... E' lo stesso motivo per cui credo che bisognerebbe passare un pò meno tempo a lamentarsi, e un pò di più a godersela... Stop alle seghe mentali, così fastidiose e deleterie.

Firmato: la Principessa di Halloween, nonchè Regina delle Seghe Mentali -.-

Ciao ciao ^^

Pupottina ha detto...

fatto!

Anonimo ha detto...

ma da quand'è che non ti fai una scopata ?

Baol ha detto...

@ enne: Se esistesse sarebbe l'unica cosa incorruttibile qui in Italia O____o

@ Il Massimo: Fai bene ad essere pragmatico, il pragmatismo aiuta in molte cose, anche ne convivere con se stessi...solo che ogni tanto non va :/

@ Anna Righeblu: Prego :)

@ The Halloween's Princess: Sono d'accordo con te ;)

@ Pupottina: Grazie :)

@ anonimo: Sì, vabbè...

Anonimo ha detto...

e daglie su....

Anonimo ha detto...

nice c'aveva proprio ragione.
e pure baol.


valescrive

Pupottina ha detto...

buon giovedì ^_______________^

Baol ha detto...

@ Anonimo: Eh...facile parlare quando si è tornati a casa... :D

@ Valescrive: Eh, io e Nice siamo due grandi penZatori :P

@ Pupottina: Buon giovedì anche a te ^_______-

Porzione ha detto...

Caro anonimo, per tua informazione sappi che Baol è masterizzato e dunque non è vergine.

Baol ha detto...

@ Porzione: Ecco, diglielo va!

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)