14 luglio 2007

Bruci la città

Anna: BRUUUUCI LA CITTA’….
Mario: Hey, si può sapere cosa vai cantando?!
A.: La nuova canzone di Irene Grandi.
M.: E chi gliel’ha scritta? George Bush?
A.: No, Bianconi, quello dei Baustelle, non si sente la sua mano?
M.: Mah, a me, più che a Bianconi, mi fa pensare ai bianchini che si sarà bevuto prima di scriverla.
A.: E’ una canzone bellissima.
M.: De gustibus…una canzone che inneggia allo sterminio di massa.
A.: Guarda che è una canzone d’amore.
M.: Azz! Pensa se la scriveva incazzato…
A.: Ma che ne capisci?! Questo è romanticismo contemporaneo, è roba moderna.
M.: Moderna dici? Mi ricorda un certo Cecco Angiolieri che ha scritto una cosa simile qualche anno fa.
A.: Sì, vabbè, la conosco pure io “Si fossi foco”, ma questa è diversa, ora te la faccio sentire.
M.: Perché? Hai pure comprato il singolo? Ma i soldi li butti davvero dalla finestra!!
A.: Guarda, per prima cosa è addirittura il CD completo e originale e poi non dovresti parlare di spreco di soldi, tu che hai comprato da un venditore porta a porta “La vita dei criceti”: un’enciclopedia in sette “comodi” volumi! E per giunta sei allergico ai criceti quindi non ne avremo mai uno!
M.: Bisogna conoscere il proprio nemico e poi, potrebbe sempre tornare utile.
A.: Sì, se arriva una glaciazione potremmo bruciare quelli in attesa dei soccorsi, ah no, scusa, è carta plastificata, fa puzza. Ascoltati la canzone, vah.

Bruci la città
e crolli il grattacielo
rimani tu da solo
nudo sul mio letto

M.: Arriva l’apocalisse e questa pensa al sesso?! Una ninfomane!
A.: Ha parlato “mister castità”…
M.: Perché? Credi che se ci fosse la città in fiamme io penserei al sesso?
A.: Devo risponderti?
M.: Preferisco rimanere nell’ignoranza…

Muoia sotto un tram
più o meno tutto il mondo
esplodano le stelle
esploda tutto questo

M.: Beh, questo lo penso anch’io quando sono imbottigliato nel traffico.
A.: Cioè tutti i giorni.
M.: Sì, ogni mattina c’è sempre la mammina che vuole parcheggiare il suo SUV grande quanto un carrarmato nel posto appena lasciato da una Smart; quando poi i due neuroni che ha nel cervello, finita la partita a scopa, ricominciano a funzionare, si accorge che non ci va e la lascia in doppia fila perché, nel frattempo, i neuroni hanno iniziato una partita di briscola.
A.: Sei sempre il solito esagerato.
M.: Vabbè, ma è una imbecille!
A.: E pure maleducato.
M.: Ma scusa, tu come la chiami una che si compra un fuoristrada che consuma quanto una portaerei ed inquina quanto una fonderia, in questa città dove non c’è uno sterrato nemmeno nei giardini pubblici?
A.: In effetti…
M.: Comunque la canzone è carina ma, sinceramente, il ritornello non l’ho capito.
A.: Cosa?
M.: Il ritornello. Quando dice: “E tutti quei ragazzi come te non hanno niente”, che fa, li va a scegliere sotto i ponti?
A.: Noooo, con quelle parole vuole sottolineare il vuoto esistenziale in sui si vengono a trovare i giovani d’oggi.
M.: Tutto questo in due parole?! Miii, quando si dice “il dono della sintesi”, ma tu sei sicurasicurasicura?
A.: Penso…
M.: E poi quando dice.: “come te io vorrei darmi da fare forse essere migliore”, è, per caso, un’autocritica sulle sue capacità amatorie? Me la facevo più peperina la Grandi, oppure il lui in questione è veramente uno stallone.
A.: Allora devo vedere se la contatto e mi faccio dare il suo numero.
M.: Simpatica…

Anche questa volta, a gentile richiesta (sempre del mio ego), si rivedono due personaggi già visti qui e qui.

30 commenti:

porzione ha detto...

Primo!

porzione ha detto...

Nonostante osi parlare male della migliore canzone italiana del momento, concordo appieno, e ti invito a buttare ancora più benzina sul fuoco, sull'intelligenza dei guidatori di suv. Il suv è il male.

Interysta ha detto...

Baol mi ha profondamente deluso...da te non me lo aspettavo, è proprio vero che inizi a perdere colpi a causa dell' età!
Ti sei dimenticato di commentare il pezzo più "bello"....Ma come si fa?....
"Io non posso che adorare
non posso che leccare
questo tuo profondo amore
questo tuo profondo
non posso che adorare
questo tuo profondo".....chidda lurdona fasci certi pum.....

Anonimo ha detto...

Interysta -a proposito, non ricordavo fossi così buona la pizza che fanno lì :-)- mi ha preceduto su questa strofa ermetica che manco Quasimodo (ma era un ermetico Quasimodo?)...
Comunque, il suv in Lombardia ha qualcosa di mostruoso quando ti si appoggia sul retro (no doppi sensi please!): ti vien quasi da rimpiangere il caro vecchio fuoristrada rostrato del nostro buon vecchio e romantico contrabbando di sigarette... sic!
Ciao
roc

daniela ha detto...

Ah ah che ridere! IO odio Irene Grandi ma devo ammettere che questa canzone mi piace canticchiarla. Ha qualcosa di buono, secondo me, anche se il più non vale nulla. Però, che puoi pretendere da BUM BUM BATTE IL CUORE BUM BUM...? :-)

Angie ha detto...

Esilarante duetto..grazie..a me Irene non dispiace del tutto..se non altro ha il merito di farsi scrivere qualche bel verso da gente che se intende..vedi Vasco etc etc..
;-)

Tazzozza ha detto...

"Ma scusa, tu come la chiami una che si compra un fuoristrada che consuma quanto una portaerei ed inquina quanto una fonderia, in questa città dove non c’è uno sterrato nemmeno nei giardini pubblici?"

io la chiamerei sfondata di soldi!??,:.?;...

a cmq scusate non sapevo quale punteggiatura usare

M@rcello;-) ha detto...

ogni volta le avventure di mario e anna diventano sempre più avvincenti! :)

bravissimo!

Emme ha detto...

irene grandi è tanto caruccia ma preferisco ascoltare altro... :)

Baol ha detto...

@ Porzione: suv....auto bella ma inutile...

@ InTerysta: quel pezzo era troppo facile da commentare :D

@ roc: sto ancora aspettando di prendere l'aperitivo...ricordati una cosa: VOGLIO L'AUTOGRAFO!!! :D

@ Daniela: a me non dispiace in realtà, è pure simpatica.

@ angie: grazie a te, molto gentile.

@ tazzozza: te la sei proprio presa per la mia correzione :D e pensare che non ti ho voluto correggere un altro commento su un altro blog, altrimenti ti perdevo da dentro le mani...
Comunque sai bene che quando si comprano quell'auto non è detto che siano sfondati di soldi...

@ m@rcello: sei sempre gentilissimo ;)

@ emme: :D

Luna ha detto...

io la odio. la odio proprio. cioè mi irrita quella voce stupida che cerca di essere il femminile di Vasco. e poi odio anche Vasco.
in realtà comunque questa canzone non l'ho ascoltata, ma mi sa tanto "dio quanto sono incazzata. sono così incazzata che su questa incazzature ci scrivo due cavolate e ci guadagno pure dei soldi".
scusa l'acidità. ma ho appena deciso che ogni volta che sarò incazzata io me la prenderò con irene grandi.

Marina ha detto...

scusami la domanda idiota ma sono curiosa di natura, ma cos'è un baol??

Baol ha detto...

@ luna: hehehehehe....mi hai fatto ghignare alla grande, non vorrei essere nei panni della povera Irene, bersaglio dei tuo strali...

@ marina: benvenuta! Non preoccuparti, nessuna domanda è idiota, soprattutto se riguarda i libri ;)

questo è il primo post del mio blog dove cè una mezza spiegazione:
http://vorreiessereunbaol.blogspot.com/2006/09/finalmente-mi-sono-deciso.html

PIDEYE ha detto...

A me Bianconi piace molto quando scrive, non quando canta, soprattutto dal vivo. Però comunque questa canzone non mi ice niente...cioè non mi piace..anche se , se proprio volessimo guardà al capello (spero senza forfora, al massimo col pidocchio) ci sono testi peggiori...vedi il caro Tiziano Ferro e la sua Rafaaella Carrà. Uno che scrive e dice

E Raffaella canta a casa mia
e raffaella è mia , mia , mia

ed io penso...MA TIENITELA PURE..MA CHISSENEFREGA DI QUELLA VECCHIAZZA..MANCO SE FOSSE NAOMI;)

giorgina ha detto...

ieri al concerto una mia amica volveva sentire la Grandi,ad un tratto è arrivato al bano...siamo scappate via (da speficare che io volevo andare in fiera...!)

S.B. ha detto...

Io la canticchio la canzone. Però mi tengo ben saldo in mano un corno napoletano.. chissà perchè ! ;-)

Bruja ha detto...

Baol sei fortissimo...però la canzone è stupenda...per la musicalità...e anche per quello che dice...
A proposito, ti ho invitato ad un Meme...passa dal mio blog...:-)

Dyotana ha detto...

E uffa, Baol, quando si parla della Grandi o della Nannini io sono terra incenerita. Anche se cantassero di immondizia me le berrei col cuore.
E' che...
Ma prima o poi mi passerà, ne sono (quasi) certa. :-(
Un abbraccio conterraneo. ;-)

johnson ha detto...

ok, caro baol, ma ora fammi capire una cosa: a te, la canzone, piace o no? da 1 a 10, e non ti nascondere dietro mario...:P

Baol ha detto...

@ pideye: a me piacciono sia i Baustelle che la Grandi, quindi...

@ giorgina: volevi andare a vedere i Casino Royale? Bene, è cosa buona e giusta :D

@ s.b.: mah, non so perchè? ;)

@ bruja: grrrrrazie per il meme :P appena posso lo faccio ;)

@ dyotana: e perchè farsela passare, l'importante è non essere di quelli che pensano: "i miei gusti sono quelli giusti, i tuoi fanno schifo"...un abbraccio conterranea :)

@ johnson: Ehm O_o allora...cioè :P vabbè, secondo me la canzone è da sette: otto e mezzo per le strofe e la musica, sei e mezzo per il ritornello. La Grandi mi piace ma mi sono piaciuti molto di più i primi due cd, sarà che sono cresciuto io; ultima cosa, cantata dal Bianconi sarebbe stata meglio anche perchè, concordo con luna quando dice che cerca di essere la vasco al femminile e per me vasco ormai potrebbe vivere di rendita e lasciare gli stadi a qualche altro musicista chè ormai ha rotto le balle...almeno a me :D

visto che non mi sono nascosto?! ;)

muri e martelli ha detto...

(inciso) se il mondo sta andando a rotoli in una visione apocalitica.... pensare al sesso non è una cosa così assurda.... del tipo: mi prendo l'ultimo piacere!!! tanto non penso sarò io quello che andrà a mettere una bomba superatomica sull'asteroide che sta precipitando sulla terra!!! peace and love... ahahahahah

muri e martelli ha detto...

(inciso 2) Baobab sei eccezionale... + tardi ti chiamo per farti sapere del concerto...

Viola ha detto...

Li adoro sti 2!!!!

Ross ha detto...

Ciao!
Simpatico il tuo blog! Fa piacere trovare finalmente qualcun'altro che crede che questa canzone sia un meraviglioso... lassativo. :)
Baol... ihih. Grande Stefano Benni!

Ciao ciao, ripasserò presto da queste parti.

porzione ha detto...

@ baol: smetti di importunare la mia ragazza o la pagherai cara. Quella non commenta il mio blog, commenta il tuo...

AmosGitai ha detto...

Amavo Irene Grandi, era il mio mito: poi ho iniziato a capirne di musica!!!
Il mio blog sul cinema e viaggi: sei invitato!

Vaniglia ha detto...

Assolutamente strabiiante interpretazione! ;-D
Mi vien da ridere perchè anch'io ieri con testo sott'occhio e migliore amica al telefono facevamo ragionamenti molto simili! La devastazione da caldo a cosa non porta...mi consola ci sian altri fusi in giro! ;-P
Divertentissimo!

simona ha detto...

ma io lo dicevo che stavolta la canzone della grandi aveva un nonsocchè di familiare. evvero che si sente il tocco dei baustelle, svelato il mistero posso canticchiarla anch'io :D
e cmq, più che la irene grandi a me sta sulle palle la dolcenera (nome immeritatamente preso in prestito oltretutto) che iniste cò sta voce artefatta versione femminile di quell'altro trappano di vasco rossi..

Spippy ha detto...

Mitico dialogo!!

Spippy ha detto...

Mitico dialogo!!