11 luglio 2007

Attenti al gorilla

“Attenti al gorilla”
Sandrone Dazieri
Ed. Mondadori

Una volta ho scritto che ci sono autori che scopri per caso, entri in libreria e magari ti attira la copertina di un libro ne leggi il titolo e te lo compri e poi scopri che quell’autore ti piace, che scrive bene, che le sue storie sono interessanti ed allora cerchi gli altri libri dello stesso autore; per me è stato così per Tullio Avoledo. Altre volte vai in libreria che sei informato, sai cosa vuoi e quasi lo pretendi e se non lo trovi ti incazzi pure. Per questo libro è stato così. Un paio di anni fa tra i racconti presenti nella raccolta “Crimini”, curata da Giancarlo De Cataldo, ne ho letto uno di Sandrone Dazieri intitolato “l’ultima battuta”, una fulminazione! Bella la storia, belli i personaggi ma soprattutto una scrittura piena di ironia. Avevo già sentito parlare dell’autore, sapevo che aveva scritto diversi romanzi, tutti con lo stesso protagonista; spesso, nelle mie visite periodiche in libreria avevo anche pensato di comprarne uno poi, ora per un motivo ora per un altro, rimandavo sempre. Quando, infine, ingolosito dal racconto suddetto sono andato convinto in libreria perché dovevo comprare il primo romanzo di Dazieri, niente: terminato. Mica ci sono andato una volta soltanto eh, ci sono andato spesso ma trovavo solo “La cura del gorilla” o “Gorilla blues” o “Il karma del gorilla” ma di “Attenti al gorilla” nemmeno l’ombra; “potevi comprare uno di quelli”, direte giustamente voi, ma mi rodeva il culo a non iniziare a leggere i suoi romanzi dal primo, avrei preferito addirittura non leggerlo per niente se non lo avessi trovato, che ci volete fare, sono fatto così. Nel frattempo ho iniziato a leggere anche il blog di Dazieri e che belle cose che scrive…ed i nervi aumentavano, ma è mai possibile che ‘sto cavolo di “Attenti al gorilla” non fosse stato ristampato? Lo dovevo avere, anche perché, con quel titolo che mi ricorda una meravigliosa canzone di De Andrè (oddìo, la canzone è di Brassens, ma lui l’ha tradotto e ne ha fatto una stupenda versione italiana) doveva essere mio! L’altro giorno, sabato per l’esattezza, ero in libreria che trasportavo la mia solita pila di sei o sette libri da portare alla cassa quando, tra gli scaffali, eccolo lì che mi aspetta, nell’edizione Oscar Mondadori, finalmente! Scelgo velocemente un libro a cui rinunciare tra quelli che avevo già preso (Mi dispiace signor Bunker, lo so che da dove si trova adesso se n’è accorto, ma le prometto che il suo “Educazione di una canaglia” sarà tra i miei prossimi acquisti) e lo agguanto. Non vi sto a raccontare del perché non lo abbia iniziato a leggere immediatamente (saranno anche fatti miei no?), fatto sta che da domenica pomeriggio a ieri sera (martedì) il libro è stato letteralmente divorato, mi sono appassionato ed ho anche riso tanto, che per un libro noir non è una cosa che capita spesso; ci ho ritrovato l’ironia che mi aspettavo e ne sono molto contento, l’attesa è stata lunga ma ne è valsa la pena.

29 commenti:

simona ha detto...

gare au goriii-hi-hi-hi-ille!
sai che m'hai pure convinta?

Annachiara ha detto...

Troppo forte Sandrone!
Baciotto ti lascio ché parto in vacanza!

Morgan ha detto...

Ti chiedo per favore di passare sul mio blog a vedere la nuova iniziativa a favore di Gramos, il bimbo con malattia rara che forse già conosci, grazie mille.
Perdona il disturbo.

mitile ha detto...

Dazieri è uno spettacolo! Io in un viaggio Milano-Boston (ahia come mi manca!) avevo letto tutto d'un fiato "E' stato un attimo!".
Leggerò anche questo!
Thanks for the tip!! see ya

Bra ha detto...

Ma anche qui per caso un gorilla scappa dalla gabbia e "seduce" un magistrato? No eh?

Interysta ha detto...

Ma tu nei confronti del Gorilla Gigante africano come ti poni?

johnson ha detto...

ok, tra qualche giorno devo andare anche io a fare la spesa in feltrinelli, e abbiamo anche la colonna sonora da ascoltare durante la lettura....

bra: e che è? solo magistrati per sti gorilla eccitati? :P

La Francese ha detto...

...io ho ricevuto in regalo "È stato un attimo" per natale, ma non avuto ancora modo... chissà in ferie!
ciaooo!

Mad Riot ha detto...

Io devo iniziare a leggere "Hitler - Il figlio della Germania".

Faith ha detto...

Anche a me capita di cercare un libro o un cd e non trovarlo...
Che poi se chiede informazioni alla cassa, apriti cielo!
Invece a volte mi capita anche che a casa penso a tutti i libri che vorrei comprare, e poi quando mi trovo in libreria, con tutta quell'abbondanza, non so più dove guardare! Così spesso mi lascio guidare dall'istinto...
Dovrò leggerlo questo libro!

Baci!

porzione ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
porzione ha detto...

Come ho già commentato altrove ( http://vorreiessereunbaol.blogspot.com/2007/03/lelenco-telefonico-di-atlantide.html ):

"ci sono autori che scopri per caso, entri in libreria e magari ti attira la copertina di un libro ne leggi il titolo e te lo compri e poi scopri che quell’autore ti piace, che scrive bene, che le sue storie sono interessanti ed allora cerchi gli altri libri dello stesso autore"

A me è capitato così colle raccolte di Playboy.

Comunque mi permetto di citare gli Aerosmith dopo aver citato me ed il baol:
Don't judge a book by his cover cantavano nella colonna sonora di Mrs. Doubtfire.
E gli Aerosmith non hanno mai letto un libro in vita loro.

Amaracchia ha detto...

E lo dicevo io!Porz mi era sembrato di aver letto da qlc parte quel commento...

Tazzozza ha detto...

Baoletto ma invece che ai gorilla...non dovresti pensare all'IRPEF!!!

Bruja ha detto...

Mhh...anche io sono una divoratrice di libri e mi piace leggere e prendere spunto dalle impressioni degli altri...alla mia prossima capatina in libreria ( come te esco con una pila di libri ) terrò conto del tuo suggerimento...;-)

nonsisamai ha detto...

mi hai fatto venire voglia di leggerlo, chissa' se lo trovero'... :)

daniela ha detto...

Lo comprerei solo per il titolo... adoro De Andrè, e anche Brassens. Terrò conto del tuo suggerimento.

P.S. Ma quanti libri leggi? :-)

Baol ha detto...

@ simona: mi fa piacere...spero solo tu non abbia i miei stessi problemi a trovarlo :)

ma hai capito di dove sono? :D

@ annachiara: Buone vacanze!

@ morgan: nessun disturbo, ma ti pare, scusa tu se non ho ancora pubblicizzato il fatto sul blog.

@ mitile: sempre pronto a consigliar libri...ma avresti la possibilità di tornare a Boston?

@ bra: in Italia c'è già la classe politica che vuole fare la stessa cosa ai magistrati...il gorilla dovrebbe mettersi in fila :D

@ InTerysta: sicuramente non di spalle....ma la canzone non la conosci? :D

@ johnson: anche tu sei tra i finanziatori della Feltrinelli? Vista la tua risposta a Bra...potremmo mandare tali gorilla in Parlamento >:D

@ la francese: io ormai sono entrato nel tunnel, dovrò procurarmi tutti i libri del buon Dazieri, aspettatevi recensioni monoautore!

@ mad: azz....letture leggere O_o io avrei un altro titolo...vabbè...evitiamo i flame :)

@ faith: io temo il giorno in cui alla Feltrinelli ci saranno i carrelli della spesa.

@ Porzione: Playboy? Sei il solito intellettuale..."le ore" no? Devo contraddirti, non è vero che gli Aerosmith non hanno mai letto un libro...hai mai visto quant'è corposo il libretto di istruzioni delle mercedes?

@ Amaranta: eri indecisa tra qui e Micromega vero?

@ Tazzozzazzo: ma tu sempre il dito nella piaga metti? Visto che fai così ti correggo :P alla fine della tua frase avresti dovuto mettere un punto interrogativo.

@ bruja: mi fa piacere...mi sa che mr Dazieri dovrebbe allungarmi una piccola percentuale...o almeno offrirmi una birra :D

@ nonsisamai: beh, visto che io ho avuto problemi a trovarlo in Italia, visto che tu sei in Texas....no, credo che lo troverai subito :D

@ Daniela: BRAVA!!! Ne leggo tanti Daniela, tanti, e mi sembrano sempre troppo pochi ;)

Tazzozza ha detto...

no no l'IRPEF è una certezza non va l'interrogativo...

Amaracchia ha detto...

Baobabs, ma ora correggi pure i tuoi commentatori???Il giustiziere della punteggiature, il vendicatore dell'uncino punto (Fiorello- Moccia docet).
Cmq Micromega è decisamente troppo poco per Porzione.

porzione ha detto...

Ultimamente, per mettermi al passo colla moda che ci vuole tutti velisti ho comprato il periodico "superpoppe" per farmi una cultura nautica. Mi sbagliavo: di barche ne so come prima, ma di...

Fabrizio ha detto...

Sandrone è un grande...

Fab

Anonimo ha detto...

Ciao, mi hai talmente incuriosito che sabato sono corsa in libreria a comprare il libro (l'ho trovato subito!)...lo leggerò in vacanza! Grazie per il consiglio, di libri non se ne ha mai abbastanza!
Un bacio
Silvia

Regina Madry ha detto...

Ciao!passavo di qui e..ohibò, qualcuno che ha appena scoperto il Gorilla! beatissimo, perchè gli altri devi ancora leggerli -io li ho già, forse dovrei sollecitare direttamente Sandrone ;-)
Me gusta mucho anche Avoledo (una delle rare sperimentazioni andate bene).
saluti!

Baol ha detto...

@ Silvia: allora spero che ti piaccia :)

@ regina madry: Beh...se mi dai il tempo di leggere anche gli altri facciamo una petizione per il ritorno del gorilla...grazie di essere passata...ricambierò volentieri la visita.

nandina ha detto...

attenti al gorilla è il più bello. Gli altri, purtroppo, non sono all'altezza.
Ma Sandrone è un'istituzione Milanese, in un certo senso.

Anonimo ha detto...

Ciao!!! Ho letto il libro di Dazieri e devo dirti che mi è piaciuto un sacco! E' molto scorrevole e poi mi piace tanto quando parla di Milano...mentre leggevo era come vedere un film!!! Grazie Grazie
Silvia

Anonimo ha detto...

Ciao!!! Ho letto il libro di Dazieri e devo dirti che mi è piaciuto un sacco! E' molto scorrevole e poi mi piace tanto quando parla di Milano...mentre leggevo era come vedere un film!!! Grazie Grazie
Silvia

Baol ha detto...

@ Silvia: Sono contento che ti sia piaciuto e che quindi, la mia recensione abbia funzionato :D