31 maggio 2016

Il companatico delle parole

Una birra non si dovrebbe negare a nessuno, ghiacciata, di frigo, con tanto di brina e con un po’ di fumo da escursione termica appena fai saltare il tappo a corona, e poi giù, in una prima lunga sorsata, con la bottiglia alta sul naso. Fai scendere il liquido socchiudendo un attimo gli occhi ed emettendo un bel suono soddisfatto, un sospiro di piacere, riportando la bottiglia sul tavolo, se sei seduto oppure all’altezza della pancia se sei semplicemente appoggiato al muro. Un attimo di silenzio e poi puoi parlare, sì, perché il companatico di quella birra è la compagnia, l’amico che beve con te e che ti fa da orecchio, o tu lo fai a lui. Non è detto che si discuta di questioni internazionali, a volte basta la giornata di lavoro o anche solo la tipa seduta due tavoli più in là; anche perché non è tanto quello che si dice ma solo il semplice scambiarsi le parole. Infatti, il più delle volte, è solo quello che serve, perché le parole ti stanno in testa e girano e vanno forte, a volte, e ti sbattono dentro la testa, e fanno male ed allora farle uscire è ciò che serve, ed una birra, semplicemente, le fa andare più veloci.

Una cosa che è rimasta a decantare su carta dal novembre del 2011, adesso ci vorrebbe proprio...

9 commenti:

Unknown ha detto...

magari una birra con te! Pagherei io! Sei grande baol!

Francesco ha detto...

dai, vieni a Milano e te la offro io la birra

Coffee Girl ha detto...

Già la sento la voce narrante che legge questo testo mentre sul video scorrono le immagini del nuovo spot di qualche birra nazionale.

Baol ha detto...

@ Uncknown: Ehm...ti ringrazio ma, essendo appunto "Sconosciuto", come faccio a prendere 'sta birra?? ;)

@ Francesco: Se po fà!

@ Coffee Girl: Basta che mi pagano!

fracatz ha detto...

e che il suono soddisfatto sia liberatorio ed emesso al momento giusto e non tanto per darsi un tono, un'aria che non ci appartiene

Mareva ha detto...

Hai descritto un attimo/un gesto meraviglioso. <3

Anna Asophia ha detto...

una biretta, al baretto, come si dice dalle nostre parti, sempre un bellissimo momento di relax. conosco persone che si godono questo momento senza direuna parola, ma solo sorseggiando e sentire il fresco scivolare in corpo, mi hai fatto venire un languorino di birra fresca. un saluto

La Ballata di Stroszek ha detto...

Niente di meglio che una birra a fine serata, fuori tempo massimo.

G.

Baol ha detto...

@ fracatz: assolutamente sì.

@ Mareva: Grazie amica mia <3

@ Anna Asophia: Ma anche la birretta, in terrazza, con gli amici...

@ La Ballata di Stroszek: La birretta non è mai fuori tempo massimo ;)