21 maggio 2009

Tre storie minime

“Sere nere”
Chiuse la porta alle sue spalle mentre per una strana coincidenza, alla radio, Tiziano Ferro gorgheggiava un addio; la accostò alle sue spalle senza sbatterla, senza gesti plateali, solo lo sguardo basso e la sacca a tracolla tradivano una partenza. Dentro, lei non guardava nemmeno, le spalle alla porta ed i pensieri oltre il palazzo di fronte. Per quanto fosse un atto dovuto, dividersi così, dopo anni di strada insieme, lascia sempre una specie di sapore metallico in bocca.

“Una serata speciale”
Ormai era un dato di fatto, Tommaso si sentiva un pesce fuor d'acqua, non che fosse una specie di orso musone, tutt'altro, buttava sorrisi in giro come se tutto fosse uguale, alzava il bicchiere e brindava intorno a sé facendo tintinnare, ogni tanto, il vetro di qualcun altro ma se ne stava lì, immune dagli incroci degli altri e non sapeva nemmeno perché prima si trovava a fare da vigile urbano ed adesso osservava solo il traffico, così, da un giorno all'altro; se lo è anche domandato e si è accorto che non gli importava molto della risposta; ha alzato davanti a tutti il suo mojito sorridendo piano e bevendo quello che ne rimaneva, ha mormorato “ciao a tutti” e se n'è andato a prendere un taxi.

“Una su mille”
Svetlana dorme sorridendo, ha lasciato buona parte della sua vita quasi adulta oltre cortina ed adesso insegna balli che, come lei, vengono da lontano, all'opposto delle sue terre; luoghi caldi e nemmeno mai visti, però è felice, lavora e gli piace, in mezzo a coppie varie che le sorridono e le parlano con un accento bello fatto di zeta ed esse dolci come pietre di fiume. Ogni settimana scrive una lettera a casa e manda una foto, non è l'unica che fa così ma guardando le immagini, lei è quella con gli occhi che brillano ancora.

55 commenti:

Aglaia ha detto...

sempre bello ciò che scrivi,complimenti;-)
mi piace l'idea del sasso di fiume levigato e liscio ,legato alla parola:-)
Un abbraccio Baol!

Antonia ha detto...

A me l'idea degli occhi che sanno ancora brillare.

Un sorriso.Antonia.

Maraptica ha detto...

La tipa che se ne va mica è la fidanzata di Tommaso? No perchè così si spiegherebbe lo stato d'animo del tipo... :)
A parte le ca**ate...sei sempre il migliore :*

giulia ha detto...

"Aluminum, tastes like fear", cantavano i Rem (E-bow the letter). Chissà perché la paura ha un sapore metallico.

ANNA ha detto...

Uno più bello dell'altro! Forse quello che mi ha toccato di più però è l'ultimo! Stupendi! kiss

zefirina ha detto...

grazie

zefirina ha detto...

p.s. scrivimi dell'insomma poeta

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

ma tu, sei proprio sicuro che la tua strada sia quella delle materie del master che stai seguendo, e non un'altra? vebbè che l'altra è un pelino più dura, ma secondo me va tentata... le carte le hai, e pure la penna!

patty ha detto...

complimenti....!!!!

Fra ha detto...

amo quello che scrivi e come lo scrivi! in poche righe hai trasmesso grandi emozioni, complimenti
Un bacione
fra

Anna Righeblu ha detto...

tre racconti, perfetti come il tre, brevi ma intensi...
Un abbraccio :)

fabio r. ha detto...

carine! ciao vecchio cuore nerazzurro!

Suysan ha detto...

Belle tutte e tre le storie ma mi ha colpito "Svletana con gli occhi che brillano ancora" ....

Baol ha detto...

@ Aglaia: Grazie, ricambio l'abbraccio ;)

@ Antonia: Bisogna sempre cercare di lasciarli brillanti :)

@ Maraptica: Dici? Magari è davvero così, oppure Tommaso è un'altra persona :)

@ giulia: Boh...metallico è anche il sapore del sangue...ma quello perchè c'è il ferro :D

@ Anna: Sono contento che ti siano piaciuti :)

Baol ha detto...

@ zefirina: Prego. Anche l'insomma poeta troverà il suo spazio, vedrai ;)

@ i Filibustieri: Mah...sicuro sicuro non direi ;)

@ patty: Grazie :)

@ Fra: Troppo gentile, grazie :)

@ Anna Righeblu: Addirittura perfetti? :)

Baol ha detto...

@ fabio: Ciao a te fratello interista ;)

@ Suysan: Inventata in treno qualche settimana fa :)

Simona ha detto...

Ho letto tutte e tre con piacere. Anche a me piace molto questa frase: "un accento bello fatto di zeta ed esse dolci come pietre di fiume." Un abbraccio e buon weekend.

clotilde ha detto...

Belli tutti e tre.
Come Tommaso, ogni tanto piacerebbe anche a me domandarmi qualcosa considerando la risposta del tutto irrilevante.

Buon fine settimana

rakyatindonesia ha detto...

hi .. Sono da Indonesia, mi spiace se la mia lingua italiana è male. Mi piace il tuo articolo, e voglio essere tuo amico. Mi auguro che si desidera visitare indo-online e il mio blog in lingua Indonesia blog rakyatindonesia , se volete alcuni consigli su alcuni articoli di blog e di integrazione sociale. si prega di lasciare un commento. se in difficoltà, è possibile utilizzare Google Translate. ringrazio gli amici

Franz ha detto...

Ho i lucciconi...
Sono bellissime!

Alessandra ha detto...

ciao Baol, mi piace leggerti. Malinconico.
buon week end.
Ale

giraffa.c ha detto...

Ciao Baol, un abbraccio :-) complimenti per i tuoi racconti!

mad riot ha detto...

Ciao Baol, sono tornato a scrivere dopo un po' di tempo...
Proprio ieri ho visto il tuo mito, Stefano Benni, leggere dal vivo alcuni brani sul tema degli incidenti sul lavoro...è veramente un grande, un eccellente comunicatore!
A presto ;-)

ale ha detto...

Bellissimi! Come sempre!

Vale ha detto...

Dovresti scrivere Baol, davvero.

desaparecida ha detto...

A me è piaciuto subito il primo racconto quello delle "spalle".

Nel basso dello stivale un fine settimana rovente,mi sento distrutta dal caldo...lì da te,pure?
buona fine domenica mago-baol:)

Baol ha detto...

@ Simona: Sono contento che ti siano piaciuti e spero che il tuo weekend sia stato meno afoso del mio ;)

@ clotilde: Quello è un ottimo modo per preservare le coronarie, mi sa...

@ rakiatindonesia: Mo vediamo che si può fare :)

@ Franz: Addirittura i lucciconi? Wow! Grazie!

@ Alessandra: Grazie, spero di che le cose che scrivo risultino sempre interessanti...quanto al maliconico, beh, spero di rimediare presto :)

@ giraffa: Grazie! :*

@ mad riot: Ho visto che sei tornato al post...non l'ho ancora letto, da quando sono a Milano non riesco ad essere nella blogosfera come prima. Benni è un grandissimo, lo so :)

@ ale: Grazie!

@ desaparecida: Grazie, sono contento che ti siano piaciuti...caldo dici? Qui a Milano sono giorni che vago dal letto alla doccia e dalla doccia al letto O______o

la signora in rosso ha detto...

sintetici, ma piacevoli...hai reso bene stati d'animo che possono essere condivisi.

La canzone che mi hai suggerito di Capossela non al conosco ma rimedierò- grazie

lindöz ha detto...

A volte bastano poche righe per far provare forti emozioni.

Ross ha detto...

Minime, essenziali, pulite.
Almeno le ultime due: sulla prima, arrivata a "Tiziano Ferro", sono stata colta da improvvisi e violenti istinti omicidi e non sono più riuscita a proseguire nella lettura. :D

albafucens ha detto...

tre bellissime storie... complimenti per il tuo blog

MarKino ha detto...

non e` da tutti saper dipingere una storia con poche pennellate, quelle giuste.
molti credono di saperlo fare, ma pochi secondo me ci riescono.
bravo, belle, secondo me.

emily forlini ha detto...

Tornata!

grazie per i messaggi di saluto che mi hai lasciato sul blog...

Formica ha tirato fuori dal cassetto penna e calamaio

ivy ha detto...

sempre belli i tuoi quadretti in scrittura :-)

Alberto ha detto...

La tua penna descrive sempre emozioni che vale la pena di leggere. ;-)

Un abbraccio FanClub :-)

Alessandra ha detto...

quando hai un momentino Baol passa da me! eheheh!
sbaciuz!
Ale

Gatadaplar ha detto...

sisi... c'è proprio aria di estate e di ritorni a casa... mi piace tanto il Baol che ci regala racconti brevi ma che sembrano gli incipit di un romanzo...
Un bacione!

PS: grazie, che passi sempre a trovarmi sul blog anche se non sono più molto presente... :*)

Irish Coffee ha detto...

bellissimi racconti
posso fare richiesta per tante sere speciali?
sarebbe una gran bella cosa :)

buona giornata

Guernica ha detto...

:)
Scelgo "una su mille".
So che non hai chiesto preferenze, ma io la esprimo ugualmente.
Gli occhi che brillano sono una bella cosa.Non comune.

Notte.

fatabugiarda ha detto...

ferro porta sfica..
secondo me..

[sei sempre bravo tu... ]

Viola ha detto...

Argh!Ti odio perchè il tuo primo breve racconto m'ha fatto piangere...mìha toccata nel profondo...è meraviglioso...sono tutti e tre bellissimo ,mio dolce amico.Mi sento tanto sola sti giorni...te come stai??COme sta Milano?

Baol ha detto...

@ la signora in rosso: Grazie, spero che la canzone di Capossela ti piaccia.

@ lindoz: Sei molto gentile :)

@ Ross: Ecco...forse non dovrei dire, allora, che quel cantante lì non mi dispiace... :D

@ albafucens: Grazie! :)

@ MarKino: Grazie, cerco solo di mettere i pensieri in fila.

@ emily forlini: BENTORNATA!!!!!

@ ivy: Grazie :)

Baol ha detto...

@ Alberto: Troppo buono amico mio, un abbraccio a te!

@ Alessandra: Come ho scritto da te...spero che mi paghino la pubblicità, in gelati :)

@ Gatadaplar: Anche io non è che sia presente al 100% (anche a me stesso) :D

@ Irish Coffee: Mah...secondo me non ti conviene...non credo che Tommaso fosse molto felice... :)

@ Guernica: Beh, perchè non esprimere pareri? ;)

@ fatabugiarda: Azz...a me piace :S

@ Viola: Ma io non volevo far piangere :(
Io sono io amica mia, solo questo so. Se hai bisogno di parlare sai come trovarmi :)

rainbowsparks ha detto...

Sento molta empatia nei confronti di Tommaso. Cheers.

ANNA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
A&D ha detto...

Ciao Baol
Carinissimi questi micro racconti
e bella l'idea di partire dal titolo di canzoni
ci devo provare
una valanga di baci
Anna

patty ha detto...

hai ragione.....ihihih infatti il mio ha funzionato per 2 volte ...e ti diro'...forse era meglio che non funzionava(in certi momenti)

la bislacca ha detto...

Arrivo trecentesima e mi scuso se non leggo i commenti precedenti, ma, banalmente, ho la pasta sul fuoco.
Tre racconti bellissimi, Meim: siamo alla fine del master, vero?
:-)

Baol ha detto...

@ rainbowsparks: A chi lo dici...

@ A&D: Io parto da qualsiasi cosa, basta che arrivi l'idea ;)

@ patty: Ooooops....son curioso adesso :D

@ la bislacca: Sì, siamo alla fine del master ed all'inizio dello stage...

desaparecida ha detto...

hahahahahah
ma è fantastico quel video (nn lo conoscevo)!
Certo la frese:
"io con una donna nuda devo stare comodo" nn me la scordo +!!!

PS=ehm....sono io imbranata o sopra nn si può commentare? Un bacio :)

Baol ha detto...

@ desaparecida: Quella scena quando l'ho vista al cinema m'ha fatto morì :)

si può commentare ma non sei imbranata, spesso capita quando si postano i video :)

desaparecida ha detto...

uhm....vabbè sei un amico...già mi sentivo talpa! :)

Baol ha detto...

@ desaparecida: Eh, che ci vuoi fare...son fatto così :P

indierocker ha detto...

hola baol! ....pensavo che il titolo del post nuovo avesse a che fare con le elezioni: "astenersi bigotti"... ciao!!!

Baol ha detto...

@ indierocker: Avrebbero dovuti astenersi molti altri...

;)