03 ottobre 2006

La costruzione di un amore...

La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane

La costruzione di un amore
non ripaga del dolore
è come un altare di sabbia
in riva al mare

La costruzione del mio amore
mi piace guardarla salire
come un grattacielo di cento piani
o come un girasole

ed io ci metto l'esperienza
come su un albero di Natale
come un regalo ad una sposa
un qualcosa che sta lí
e che non fa male

E ad ogni piano c'è un sorriso
per ogni inverno da passare
ad ogni piano un Paradiso
da consumare

dietro una porta un po' d'amore
per quando non ci sarà tempo di fare l'amore
per quando vorrai buttare via
la mia sola fotografia

E intanto guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo tanto amore
bastasse ancora il cielo

e sono qui
e mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io
lo specchio ha la mia faccia

sono io che guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo l'orizzonte
ci fosse ancora cielo

e tutto ciò mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso

E la fortuna di un amore
come lo so che può cambiare
dopo si dice l'ho fatto per fare
ma era per non morire

si dice che bello tornare alla vita
che mi era sembrata finita
che bello tornare a vedere
e quel che è peggio è che è tutto vero
perché

La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane

la costruzione di un amore
non ripaga del dolore
è come un altare di sabbia
in riva al mare

E intanto guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo tanto amore
bastasse ancora il cielo

e sono qui
e mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io
lo specchio ha la mia faccia

sono io che guardo questo amore
che si fa grande come il cielo
come se dopo l'orizzonte
ci fosse ancora cielo

e tutto ciò mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso

Sì.

(La costruzione di un amore - Ivano Fossati da La pianta del tè - CBS 1988)

Dedico questo post a due miei amici, perchè? Perchè gli voglio bene, perchè questa è una canzone meravigliosa, perchè dice la verità, perchè è una verità che vale per tutti anche se loro sono le persone più strane del mondo, perchè la sento e mi emoziona ancora, perchè ogni mattone della costruzione è un lampo di felicità e gli consiglio di assaporarli tutti.

20 commenti:

Amaranta ha detto...

Non sono strana, è che mi disegnano così...
Oh che emozione, Fossati, doloroso ma sempre significativo...non avrei potuto pensare defizinione migliore :o)

Baol ha detto...

ed io che volevo lasciare l'anonimato.....

Mad Riot ha detto...

L'amore è come un medico: prima ti spaventa, poi ti rassicura, quindi spendi i soldi per qualcosa che passerà. Perchè l'amore è anche una malattia. Spero Fossati non legga queste righe altrimenti potrebbe uccidermi...!

tenebrone ha detto...

"Dedico questo post a due miei amici, perchè? Perchè gli voglio bene"
non è per prendere per il c..o, ma è un cosa bellissima che hai scritto. in genere si passa la giornata a dire quanto è stronzo quello e quanto è troia quell'altra. è belle fermarsi e dire cacchio però c'è qualcuno che gli voglio bene (oltre la mamma e la ragazza).
come direbbe qualcuno da queste parti "chiss so i cmbagn", senza citare l'interysta

rensie ha detto...

Che teneroni che siete tutti quanti...ci voleva un po' di amore in questo blog!!!Ma a me ed al mio boy nn vuoi bene????

Baol ha detto...

tanto anche a voi, io voglio bene a tutti i miei amici, voi siete miei amici...ergo...voglio bene pure a voi :D

MonstruM ha detto...

Ma quindi Amaranta...

interysta ha detto...

livelli di glicemia in un seggetto medio min 60 max 110.livello di questo blog 350....qui si sta rischiando il coma diabetico.

tazzozza ha detto...

cosa ti sei fumato?cambia spacciatore!!

Baol ha detto...

Ma vedi tu se uno fa queste esternazioni di affetto e deve essere coglionato....da uno degli interessati poi...o_O

Amaranta ha detto...

Mostriciattolo...avanti dì...che hai capito....

muri e martelli ha detto...

questo baol poetico si è mangiato l'altro + pragmatico...
ESCI DA QUEL CORPO!!!
Ridacci il baol di una volta!
quello che non si sta fermo ai lati delle sale da ballo e che si lancia sulle ragazze (amore a parte)

P.S.: baol chiedo sentitamente scusa alla tua consorte...

tazzozza ha detto...

allora nn sono completamnte cretino...
sta cosa a me è?
baol...emm ti voglio bene...muuaaa!

Baol ha detto...

azz...O_o che casino! Il vecchio Baol è sempre qui...ma...Muri e Martelli non fare illazioni false sul mio conto perfavore!

Sirvs ha detto...

A me gli amici non mi si cagano proprio.. :)!!!

Niki ha detto...

Mamma mia che cosa commovente, ho le lacrime agli occhi :°( .Baol ti voglio bene.Ehi, ma solo a te che sei buono buono.

Carmen ha detto...

Ma che bella che è questa canzone! Io una delle poche canzoni che ho dedicatoa qualcuno è stata "la cura" proprio per lo stesso motivo per cui tu hai dedicato questa canzone :)

Baol ha detto...

Anche "la cura" è una canzone stupenda, hai ragione :)

porzione ha detto...

Ma di quali canzoni parlate? Ma fatemi il piacere. Cercate Pagliaccio di ghiaccio su you tube, ed allora, solo allora, non prima di allora, potrete parlare di musica con cognizione di causa.

massimo ha detto...

a proposito di Ivano Fossati...
alcuni versi che descrivono in modo mirabile le donne, i loro sogni e desideri, la loro capacità di affrontare sconfitte e delusioni...

"Il talento delle donne
è così naturale
il talento delle donne
sperdutamente amate.
L'innocenza con cui puniscono
per le cose non avverate
allo scadere di un giorno
senza un miracolo da invocare
né un fazzoletto piccolo per salutare
ma il coraggio certe volte
è così naturale."

(Il talento delle donne - Time and silence)