17 gennaio 2015

Fili

Alla fine siamo matasse, gomitoli di fili sparsi, ragnatele di collegamenti che si tirano e si spingono fra di loro. Fili, collegati a frasi, a mezze parole non dette, a esternazioni ripetute. Fili attaccati a immagini, a volti definiti, ad ombre in chiaroscuro. Siamo matasse di terminazioni, collegamenti, ponti tra terre lontane, tra distanze imperscrutabili. Fili tra le persone, tra sconosciuti incontrati per caso, facce in mezzo alle facce. Siamo fili che si spezzano, si riannodano, si aggrovigliano tra le dita fino a non poterle districare. Siamo burattini senza burattinaio appoggiati alle quinte del teatro con i nostri fili sparsi intorno. Fili che ci collegano a tutto come capillari verso la vita, verso le vite. Siamo matasse stese, arrotolate, capovolte; tiriamo i nostri fili, lenze di pesca d'altura, tiriamo collegamenti e conclusioni, tiriamo righe ma non cancelliamo nulla.

24 commenti:

mr.Hyde ha detto...

Scusa se non sono passato, ma eri scomparso dal mio blog-roll. Ed ora sei riapparso.Ho ricollegato qualche filo.. Meno male!

Magnoli@ ha detto...

a volte collegare i fili nei tuoi post è davvero complesso,

franco battaglia ha detto...

M'hai ricordato quando passa la donna delle pulizie e mi scombussola l'universo di fili che c'ho dietro al pc. Un intreccio incasinato di terminazioni pulsanti dove ogni tanto spunta pure un cavetto che termina la sua corsa nel nulla, e non abbiamo la forza di andare a ripescarne le origini, dato che apparentemente tutto sembra funzionare, e allora lo lasciamo lì, presa usb incosciente ormai di un suo remoto significato. Monumento al superfluo, di gabelle psicologiche che non sono imposte, ma-tasse.
(finale spettacolo..e me lo dico da solo... ahah..

MikiMoz ha detto...

E' vero, vorrei solo che finalmente un paio di fili come si deve si intrecciassero al mio ;)

Moz-

Alberto ha detto...

Matasse che a volte si srotolano, a volte si arrotolano, nei gomitoli altalenanti della nostra vita intrecciata ad altre.

albafucens ha detto...

canovacci... la vita è un telaio che ognuno di noi tesse di giorno in giorno

bella... :)*

Saamaya Saam ha detto...

A volte s'incontrano ed accadono cose interessanti e divertenti.
Altre volte,no.

:-D

diamanta ha detto...

Era peggio se eravamo rette. I fili si intrecciano, a volte si ingarbugliano ma hanno contatto.

A volte messi insieme, intrecciati, fanno coperte che scaldano.

Si lo so... a volte si attorcigliano e ingarbugliano così tanto che per poter trovare il bandolo e ricominciare non resta che tagliare.

Ma a volte con pazienza recuperi un gomitolo intero.

Insomma i fili non son mai scontati.

WannabeF ha detto...

Qualche filo andrebbe anche tranciato di netto.

chaill ha detto...

Uhm, anche no: mai come sti giorni mi sento poco burattina in mano a chissà quale birattinaio.
Se non me stessa.

Bello Baol, scrollati un po': mi pari vecchio :-)
E te lo dico con l'affetto che te sai.

amanda ha detto...

http://micacotiche.blogspot.it/2013/02/gomitoli.html

ecco pure io

Anonimo ha detto...

I Baol restano soli :-(

Sarah ha detto...

Non se ne trova il "capo" e la "coda". Ma a volte è meglio lasciare il gomitolo intatto, la vita si districa da sola, lì dove è necessario. Un abbraccio Baol

Ernest ha detto...

e poi ci sono periodi in cui il filo è davvero aggrovigliato

Baol ha detto...

@ MrHyde: E allora bentornato Mr, qui sei sempre benvenuto! ;)

@ Magnoli@: Non so, io lo trovo un pregio :)

@ franco battaglia: Sono stato rapito dal finale...

@ MikiMoz: Arriveranno... arriveranno... ;)

@ Alberto: Non è forse questo il senso di tutto?

@ albafucens: E se il telaio fosse sbagliato? Meglio i fili sparpagliati...

@ Saamaya Saam: Punto sempre sul "divertente" ;)

Baol ha detto...

@ diamanta: Io preferisco tenermi uniti, i fili, e quelli che si spezzano, quelli che altri tagliano, ricomporli...poi dopo, boh.

@ WannabeF: Naaaaaa, basta sapere dove vanno a parare...

@ chaill: Oh, ma io lo so che c'è l'affetto, lo so... ;)

@ amanda: Letto e commentato...

@ Anonimo: Non è forse il senso ultimo del Baol?

@ Sarah: Meglio lasciarlo districare a qualche gatto, magari lui, che ne sa più di noi, sa che lana pessima compone il gomitolo che abbiamo scelto per il maglione.

@ Ernest: Praticamente tutti.

franco battaglia ha detto...

Sei stato ra-pito dal mio finale? Occhio che come minimo chiede un ri-scatto...

Rabb-it ha detto...

Io invece ogni tanto cancello.
So che non serve e che una volta che una cosa finisce online ci sarà sempre chi potrebbe farla saltare fuori magari perché si era salvato il post da me cancellato, ma ogni tanto lo ho fatto.

Mi hanno detto che me la tiro per questa cosa, ma onestamente di gente che mi commenta in modo idiota una cosa giusto per segnalarsi... ne faccio a meno.
No, non te.
Tu non commenti quasi mai e in quel quasi non ne ho beccato che sembrasse anche solo di striscio di segnalazione. (Meglio precisarlo!)

Era giusto un esempio di cose che ho cancellato.

Non solo di recente.
Spediti nello spam e senza alcun rimpianto.
La prima volta che mi dicono che è difficile leggermi e seguirmi, dico che non li obbligo.
Alla terza il cestino dello spam è lì per loro.
Sì, non perdo tempo a ripetere che non li obbliga nessuno a leggermi.
Se questo è tirarmela, allora sì, me la tiro.
Pazienza.

Ah... un operaia del tessile che legge di matasse e fili... non può che lasciare un luuuungo commento al post che ne parla.

Possibilmente senza metterci il bandolo della matassa. ;-)

Baol ha detto...

@ franco battaglia: Non pago nulla...

@ Rabb-it: Ognuno deve essere libero di fare quello che crede, conigliozza :D

albafucens ha detto...

se il telaio fosse sbagliato, potremmo sempre costruirne uno nuovo :) riguardo ai fili poi... meglio sparpagliati sì, concordo
l'effetto, il risultato è più spontaneo, caleidoscopico :)

Rabb-it ha detto...

Dipende Baol, se nel fare quello che crede una cima viene a scrivermi che non capisce se mi è morto un parente o un amico in una disgrazia che cito, io penso che quella cima vada educata a scarpate a non far partire le dita se non ha niente da dire.

Visto che se avessi voluto far sapere se c'era o meno un parente o un amico rimasto ucciso... lo avrei scritto nel post e chiedermelo solo per il gusto di scrivere un commento è da idiota.


Ma penso che ora la persona in questione eviterà il mio blog.

Un giorno terrò una lezione su come far scappare i commentatori.
;-)

Prenderanno tutti 30 quelli che
resisteranno all'ascolto per più di 30 minuti.
(Anche 25!)

Baol ha detto...

@ albafucens: Non è il telaio ad essere sbagliato ma gli intrecci che vogliamo, per forza, spezzare...

@ Rabb-it: Ma a me piacciono i miei commentatori :D

Rabb-it ha detto...

Mica ho detto che la lezione la tenevo a te.
A qualcuno magari interessa liberarsi dei commentatori molesti. (Come la sottoscritta!)

^_^

Baol ha detto...

@ Rabb-it: Capito.