04 novembre 2013

Che Dio ti benedica

"Fighj mì, mi faresti aprire per favore? Tengo il peis mecher non ci posso passare, in mezzo". La signora potrebbe tranquillamente essere mia nonna, considerando che, come età, potrei essere padre, è bella che anziana. Niente, non c'è barba che tenga, né sguardo cattivo da rabbia che continua ad accumularsi dentro e che non riesco a far esplodere, né fila in banca appena sostenuta: mi guardano e mi chiedono un favore, sanno che non glielo negherò. Anche su gli autobus, sfuggo gli sguardi, altrimenti mi fregherebbero ed i questuanti li passo veloci e dico dei "NO!", fermi, decisi, inutili. "Va bene signora, adesso entro e le faccio aprire", "che Dio ti benedica, figlio mio", ancora? Vabbè che "nipote mio" suonerebbe peggio ma, poi, "che Dio mi benedica?" e lo facesse porca miseria ma mica solo Lui, io due o tre nomi che dovrebbero benedirmi ce li ho, belli, sicuri, piantati in testa. No, non mi ha preso nel giorno giusto la signora, né nella settimana giusta, forse nemmeno nel mese giusto; direi che nemmeno l'anno è quello azzeccato. Fosse stato, che so, cinque anni fa, magari a maggio, tipo di venerdì; ecco, forse sarebbe stato meglio. Che benedizione potrebbe darmi Dio? Mica mi manca niente, almeno così dicono quelli che mi conoscono; oddìo, quelli che davvero mi conoscono lo sanno che cosa mi manca, lo sanno bene; e potrebbe mai, Dio, benedirmi di una cosa che, a quanto pare, a quanto dicono i suoi scriba, non apprezza un gran che? Io non credo proprio. Benedica chi sta male senza conoscere un ministro, chi non lavora e continua a cercare. Benedica chi cerca e non chi se l'è cercata, chiunque sia. Benedica i buoni, non le merde come, invece, a quanto pare, fa; denotando quantomeno un umorismo sottile, direi inglese. La gente mi guarda rientrare e sorride, sorrido anche io, alla fine non avrei mai fatto nulla di diverso, nemmeno quando stramaledicevo anche a voce e non solo dentro, come faccio ora. In banca mi conoscono talmente bene che chiamo tutti per nome "Giampà potresti aprire alla signora? Grazie". In fondo lei che colpa c'ha? Mica è colpa sua se mi girano i coglioni. Lei c'ha solo la faccia di una, poverina, che si trova davanti una cosa che non capisce e vuole solo una mano. "Che Dio ti benedica!", e due. Magari ti ascolta signò, magari chiude pure un occhio, che tanto lo chiude pure spesso, e mi benedice un po' e magari mi addrizza il cervello, o magari mi ascolta un attimo, o parla a qualcun altro e gli spiega due o tre cose sull'illinearità della vita. Ecco signò, io ti ringrazio, ché una benedizione dal Gran Capo mica te la danno tutti i giorni, no; a me, al massimo, mi stramaledicono o, peggio, mi ignorano con una facilità che fa male. Ti ringrazio signora che potresti essere mia nonna, alla fine la benedizione di Dio mi starebbe proprio bene ma 'sta carta me la gioco come voglio, non è che poi se la tira indietro perchè non la uso per cose serie eh?! Siam chiari! Sorrido alla signora, in fondo voleva solo una gentilezza e non m'è costato niente farla, nonostante, forse, essere una merda sarebbe meglio.

21 commenti:

Francesco ha detto...

da una benedizione è uscito un post della madonna .... :-)

En Joy ha detto...

strano che non t'abbia messo nel palmo della mano una qualunque medaglietta della madonna (lascio spazio alla doppia lettura).
bhé oh: i momenti hanno un inizio e una fine.
se stai in fase così, significa che (ti) serve, pur stando(ci) non bene.
ma la vita scorre.
scorre :-)
bacio amico mio e a presto (spero)

Boh ha detto...

ah.... ma allora sei veramente "infame", fai finta di esser cordiale con le vecchiette per raccattare benedizioni a destra e manca.... bravo, bravo il furbetto... ce devo provà anche io :)


P.S.
E ti salvi.... che non ti faccio una breve lezione di catechisimo :p

MichiVolo ha detto...

Sono sicura che Dio dice bene di noi. E' del contrario che non sono affatto convinta.

[Che bel commento da catechista, eh?! :D]

amanda ha detto...

non è che uno le benedizioni le può mettere da parte come in una raccolta punti del supermarket? se la scadenza è lunga può scegliere con calma

Antonella ha detto...

Tu hai compiuto, tuo malgrado, una buona azione e sei stato benedetto. Io invece vengo regolarmente bedetta dalle mie anziane vicine di casa che usano God bless come un saluto!
God bless, Mimmo!

cristiana2011-2 ha detto...

Quanto mi è piaciuto 'sto post!
Amarognolo, ma molto istruttivo.
Cristiana

Baol ha detto...

@ Francesco: Grazie!! :)))

@ En Joy: Ci mancava pure la medaglietta, guarda :D
Comunque tu sei tra quelli che mi conoscono davvero quindi non hai nemmeno bisogno dell'interprete per il post :)))

@ Boh: Cate chi? :D

@ MichiVolo: "Dio dice bene di noi" è una frase che mi piace un sacco :)))

@ amanda: Ci spero...ma io saprei anche come usarla, subito! :)

@ Antonella: God Bless to you! ;)

@ Cristiana: Grazie!!! :)

Mareva ha detto...

Ma sai cosa? La gentilezza spiazza e io mi sono resa conto che, spesso, mi dà più gusto spiazzare in questo modo la gente che trattarla come meriterebbe.

Vincenzo Iacoponi ha detto...

Mi capisce colonnello? L'ho fatta entrare io quella lì che mi mandava benedizioni. Lei pensa adesso che proprio per quello dovevo sospettare e non farle quel favore? Ma io sono una persona normale, penso normale, mangio normale, dormo normale, caco...no, non troppo normale, sono un tantino stitico. Comunque volevo dire che io non penso "non normale". Così l'ho fatta entrare, colonnello. E come cazzo potevo sapere che quella era imbottita di tritolo sotto il cappotto? certe cose si leggono che le fanno in Afganistan, mica a casa nostra. E poi lo vede dove sto? In un letto di ospedale, sono tutto una piaga, tutto un dolore.
Come dice colonnello? Dovevo capirlo da cosa? Dalle benedizioni?
Colonnello quella ha detto "Dio ti benedica", mica ha detto "che Allah ti protegga", non so forse un sospetto mi sarebbe venuto.
Ripassa da me colonnello? E perché?
Io quello che le dovevo dire le ho detto.
Se proprio insiste, tanto io resto qui ancora parecchio tempo. Arrivederci allora, colonnello.

En Joy ha detto...

;-)
:-*

zefirina ha detto...

dato che ho molto peccato, spero che queste benedizioni, dalle quali non sono immune nemmeno io, mi diano dei bonus per il paradiso, se esiste

Boh ha detto...

Caterina ;)

skip ha detto...

strano ,Baol, come si finisca col pensare a Dio quando si ragiona dentro di sè...

Baol ha detto...

@ Mareva: Ma, alla fine, sono un buono, dico sempre di sì :/

@ Vincenzo Iacoponi: Certo che, anche il colonnello, pure lui, io lo so che mi fa un sacco di domande perché mi vede con la barba e pensa che il terrorista sono io e ancora non se lo spiega come, invece, fosse la vecchietta però non è che potevo pensare che quella era talmente incazzata con l'IMU da far saltare in aria una banca con tutti quelli che ci stanno dentro. E meno male che ero già uscito, altrimenti non stavo qui a raccontarla

@ En Joy: ;-) :-*

@ zefirina: I peccati non sono mai troppi

@ Boh: Una tua amica?

@ skip: Ma io, a Dio, ci penso spesso...più ad altri però, più ad altri...

Vincenzo Iacoponi ha detto...

Ecco perché torna il colonnello, per tagliarmi la barba.
Cavolo, se almeno qualcuno mi desse una mano per arrivare in bagno...no, non mi occorre la padella...non devo cagare infermiera...voglio andare in bagno per farmi sta barba del ca, ma venga qui e mi dia una mano...ma che schifo st'ospedale!

Baol ha detto...

@ vincenzo Iacoponi: Davvero un pessimo ospedale, nemmeno una barba, un bollito fatto come si deve, una purga ben assestata, ma insomma!

Ernest ha detto...

e applausi per il post...

Baol ha detto...

@ Ernest: Grazie, troppo buono :)

v. ha detto...

a volte ci vedo una tristezza e una malinconia e una mancanza nelle tue parole.
ma non so mai se sei tu o se sono io.

Baol ha detto...

@ v.: Siamo entrambi mi sa perché su di me ci hai preso in pieno.