06 agosto 2012

Rancore

Come le fusa di un gatto, per ragioni del tutto opposte, il rancore vibra di orrenda vibrazione tra piloro e duodeno, dentro, nel profondo e monta di bile nera, come una cena pesante, notturna. Ogni gesto si amplifica di forza trattenuta dentro legamenti tesi, e spasmi, al rilascio di energia, muovono i muscoli, non visti. Il rancore urla, silenzioso a gli occhi, dentro cavità che ne fanno eco ed il tuono passa, veloce, dietro lo sguardo; codardo si nasconde in parole fermate in gola, dentro la punta delle dita e scivola via come la pioggia battente sui vetri che lascia righe opache quando si asciuga. Il rancore sono i giorni, lenti, uguali e monolitici, pesanti nei passi calpestati a testa bassa; sono nuvole che montano veloci mentre si finge il cielo sereno. Il rancore è l'esplosione che arriva improvvisa proprio quando tutto intorno è sorriso e calma per poi lasciare le macerie solo in chi lo ha provato.



38 commenti:

Ele ha detto...

..è una descrizione perfetta...rende così bene l'idea che quasi lo senti..anche perchè non c'è persona che nel profondo non ne covi un pò...

chaillrun ha detto...

rancore.
mi si deve insegnare cos'è e credimi non scherzo: mi faccio troppo male a portarlo dentro, o dimentico o mi vendico subito (la vendetta fredda mai stata in grado di attuarla).
Poi dipende. Poesse che domani divenga la reginetta del rancore.
ciao Baol

zefirina ha detto...

il rancore non porta a nulla, fa male solo a chi lo prova, per mia fortuna non è un sentimento che mi appartiene

la Cri ha detto...

Per fortuna mi capita poche volte..

Maraptica ha detto...

Lo conosco, s'è portato via pezzi di me e ora faccio i conti con i vuoti. La parte ragionevole di ognuno di noi credo vorrebbe prenderlo a cali nel deretano, ma se è vero che siamo istinto... ci inchiniamo all'ennesimo sentimento che ci rende umani. Bravo, che l'ho provato sempre così ma mica ero capace a scriverlo...

S. ha detto...

D'accordo con Maraptica ...

takajiro ha detto...

hai decisamente reso l'idea!

GIALLOSANMARINO ha detto...

... cancello ma non dimentico fino in fondo...è rancore? bhoo! _marì

Simona ha detto...

Bravissimo, Baol: perfetto, direi. Il rancore uccide, a diversi livelli, compreso quello fisico.

Saamaya Saam ha detto...

dev'esserci un virus, nel Vento.

Melinda ha detto...

Rancore non è di casa, o almeno cerco di sfrattarlo presto nel caso arrivi.

Vinicio Capossela sabato è stato dalle mie parti, ma io me lo sono volutamente perso...lunga storia.

Ciao Baol :D

nico ha detto...

hai descritto con autentica maestria questo terribile sentimento...una delle cose per cui ringrazierò sempre il mio papà è di avermi insegnato a non averne...ciao mimmo, un abbraccio

Vincenzo Iacoponi ha detto...

Il mio rancore è una cosa viscida che si forma negli intestini e gira, gira, ma ritorna e si ferma sempre lì dentro, come un piatto indigesto digerito malissimo.
A volte il mio rancore è come il bolo di un bovino: sta dentro e aspetta il momento di essere ruminato.
Una volta arrivato di nuovo nella bocca che l'ha inghiottito all'origine deve esplodere fuori come una bomba.
Se resta dentro la bomba che esplode fa male solamente a me.
Mi è capitato poche volte, ma non l'ho più dimenticato quello che si prova.

PIDEYE ha detto...

Ciao my dear,
ogni tanto ritorno :)
Non resto ma ritorno :)

Mi fa piacere sapere che scrivi ancora :)

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

sei un mago della parola Baol...
ultimamente da qualche parte ho letto "meglio vivere sereni, che avere ragione", e lo condivido, meglio per chi il rancore riesce a lasciarlo andar via...

Ilaria Pedra ha detto...

il rancore è un bel casino. Anch'io ci avevo fatto un post.
baci bello il tuo eh.

Federica ha detto...

l'ultima frase è la più vera. hai saputo descrivere benissimo cosa mi è successo tante volte senza rendermi conto che non ne valeva la pena!

Adriano Maini ha detto...

Espressioni che scuotono!

Angst ha detto...

prova a strofinarti i cuccioli in faccia, con me funziona sempre

Marinella ha detto...

Si, ma credo che in quanto appartenente allo spettro delle emozioni più comuni, vada comunque vissuto e affrontato, quando si presenta. Purchè non ristagni troppo e se ne cerchi una soluzione (che non leda il prossimo o non lo pieghi a feroci torture inflitte senza pietà, sia chiaro :)

Zion ha detto...

questa definizione dovrebbe finire sul devoto-oli...

Mrs Quentin Tarantella ha detto...

E l'hai descritto bene, io proprio non ne sarei capace...il rancore mi dura attimi poi mi si trasforma (forse troppo presto...)...

mizaar ha detto...

azz, tra il piloro e il duodeno?! non sapevo nemmeno di averli! :-D ciao domenico, bella descrizione!

pesa ha detto...

Insomma è un po' come una scoreggia.

Baol ha detto...

@ Ele: Alla fine è una cosa che rode dentro però...

@ chaillrun: Non ti auguro di diventarla e comunque, non sempre chi prova rancore vuole anche vendetta...

@ zefirina: Hai ragione, il rancore fa male solo a chi lo prova e mi fa piacere tu ne sia immune :)

@ la Cri: Quando capita si fa sentire però, vero?

@ Maraptica: Ti assicuro che vorrei davvero tanto prendere a calci il rancore, tanto da spararlo via lontano.

@ S.: Sì, è una cosa che ci rende quello che siamo, umani.

Baol ha detto...

@ takajiro: Grazie tak ;)

@ GIALLOSANMARINO: Dipende, potrebbe essere...

@ Simona: Grazie, sì, è davvero un killer cattivo...

@ Saamaya: Arriva anche qui, nonostante ci sia bonaccia!

@ Melinda: Fai bene a cacciarlo velocemente, molto velocemente...ma adesso son curioso della storia di Vinicio!

@ nico: Sì, devi ringraziare per un regalo così Omonimo.

Baol ha detto...

@ Vincenzo Iacoponi: Il rancore è simile in tutto il mondo...

@ PIDEYE: L'importarte è esserci per tornare, no? :)

@ I Filibustieri: Da noi si dice u fèss, p'gh e s'nèss che sarebbe il fesso paga e se ne tira fuori però è usato proprio per dire che, a volte, è meglio non insistere anche se si ha ragione :)
Grazie per il complimento

@ Ilaria Pedra: E' un problemone, grazie per i complimenti :)

@ Federica: Credo sia una cosa che si impara con molta difficoltà, se si impara...

@ Adriano Maini: Grazie :)

Baol ha detto...

@ Angst: Beh, sembra un'ottima cura...

@ Marinella: Sì, mai lasciarlo ristagnare, anche se è una delle sue caratteristiche...
No, no, niente torture :)

@ Zion: Grazie Vittoria :)

@ Mrs QT: Ci vuole stoffa anche per essere rancorosi :(

@ mizaar: Se è per questo c'è anche l'intestino cieco...
Grazie per i complimenti :)

@ pesa: Sì, una di quelle infami, quelle che pensi siano solo aria e ti accorgì che non è così quando ormai è troppo tardi; il rancore è proprio così, una cosa che rimane ad appuzzire te stesso :/

noiduenelmondo ha detto...

Bello quello che hai scritto ! Io comunque, sono una vendicativa.
;) Dancer

gabry ha detto...

provare rancore è come bere del veleno sperando che l'altro muoia...

nonno enio ha detto...

il rancore è na brutta bestia

skip ha detto...

Il rancore e' un tarlo infestante che scava e spolpa. Meglio imprigionarlo , sviando altrove il pensiero.

chechi ha detto...

il rancore fa venire le rughe. no al rancore si al sonno riparatore

Baol ha detto...

@ noiduenelmondo: A saperle organizzare bene le vendette non sono male :D

Grazie per i complimenti

@ gabry: La tua similitudine calza davvero a pennello!

@ nonno enio: Davvero davveor brutta, sì

@ skip: Il problema è che, imprigionandolo, comunque rimane dentro e prima o poi le chiavi della prigione le trova :/

@ chechi: Ma col caldo si dorme male :)

Frrrresh! ha detto...

Cristo che post magnifico.
Le parole esplodono di sensazioni.
Magnifico.

Baol ha detto...

@ Frrrresh!: Grazie, molte grazie :)

Melinda ha detto...

Dovevo risponderti da una vita, ma poi mi è passato di mente.
In breve: ero alla notte bianca a Roma, gioia, ubriachezza, divertimento...insomma, immagina tutto questo...notte da urlo! Poi ore 7 di mattina tutti al Pincio per concerto di Capossela...solo che opta per la versione concerto da "pera"...noi volevamo continuare la super euforia notturna, lui ci canta le ninne nanne...mamma miaaaaaaaa!
Però poi ho scoperto che dalle mie parti ha fatto un concertone...pazienza! :D

Baol ha detto...

@ Melinda: Hehehehehe posso capire che a quell'ora il concerto da pera non ci stava bene ma Vinicione è fatto così ;)